• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Convegno Erickson, a Rimini oltre 3000 persone hanno ascoltato la scuola

Trentino Alto Adige

 Trento 21 novembre 2011 - “Non più resistere o innovare ma resistere E innovare” con queste parole Dario Ianes, Università di Bolzano, ha aperto l'8° Convegno Internazionale La Qualità dell'Integrazione Scolastica e Sociale, Rimini 18 – 19 – 20 novembre 2011, “Perché in un momento storico così difficile per tutti” ha aggiunto il Professor Ianes, “È necessario stringere tutto ciò che di buono è stato fatto e andare avanti.”[MORE]

Andare oltre e trovare nuove soluzioni, questo lo spirito che ha caratterizzato i tre giorni dell'8° Convegno organizzato dal Centro Studi Erickson, “Perché la scuola è la nostra cultura, il nostro futuro.”
Gli 84 workshop di approfondimento assieme agli interventi in plenaria di ospiti del calibro di Tullio De Mauro, Michela Marzano e Don Luigi Ciotti, hanno coinvolto oltre 3000 partecipanti, insegnanti curricolari e di sostegno, dirigenti scolastici, psicologi, medici, educatori professionali, pedagogisti, logopedisti, riabilitatori, genitori, che con il solo fatto di esserci hanno sottolineato la volontà indiscussa di voler crederci ancora.

Il Convegno Internazionale e biennale viene organizzato dal Centro Studi Erickson dal 1997, l'educazione, l'integrazione scolastica, la disabilità, le difficoltà di apprendimento, le metodologie didattiche innovative, le nuove tecnologie, i temi trattati. Oltre 200 relatori di fama nazionale e internazionale hanno confermato anche quest'anno l'importanza e la serietà dell'evento definito oggi, a più voci, l'appuntamento più autorevole per chi è
sensibile a queste tematiche e intende approfondirle.

“La scuola contemporanea ha bisogno di trasformarsi”con queste poche parole Tullio De Mauro ha conquistato la platea “La scuola deve fare la sua parte, ma dobbiamo sapere che dobbiamo fare tutti la nostra parte per cambiare la società.”

Cambiamento e confronto, due temi accolti con entusiasmo, in plenaria, perché ogni bambino ha diritto ad essere accolto dalla scuola nonostante la profonda crisi che sta vivendo, in ogni workshop, ma soprattutto durante l'attesa tavola rotonda “Resistere o innovare? Come evolve l'attuale figura dell'insegnante di sostegno? Dibattito aperto sulle proposte del Rapporto Associazione TreeLLLe, Caritas Italiana e Fondazione Agnelli”.
Rapporto che da mesi infuoca gli animi degli addetti ai lavori e che ha trovato a Rimini un arena civile dove il conflitto positivo ha contribuito ad aprire un dialogo attuale; dal confronto un volere comune è emerso: il desiderio di professionalità al servizio
dell'integrazione.

Edizione Centro Studi Erickson


(notizia segnalata da Edizioni Centro Studi Erickson Edizioni Centro Studi Erickson)