Esami di maturità per 500 mila ragazzi. Oggi il tema di italiano

28
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
ROMA, 20 GIUGNO 2012 – Cominciano questa mattina per circa 500 mila studenti gli esami di matu...

ROMA, 20 GIUGNO 2012 – Cominciano questa mattina per circa 500 mila studenti gli esami di maturità. Per tutte le scuole, oggi è il giorno del tema di italiano. Per la prima volta, le tracce non saranno consegnate all'interno dei plichi sigillati, ma arriveranno in forma telematica nella casella di posta elettronica dei presidi, insieme ad un doppio codice per decriptarli. Da più parti si teme il pericolo che il sistema informatico possa andare in tilt, ma questa novità è stata fortemente voluta dal ministro Profumo, il quale ha fatto sapere che «il nuovo procedimento telematico è un passo essenziale nella modernizzazione del Paese e porterà un risparmio notevole valutato in 240 mila euro».

Uno dei due codici è già in possesso delle commissioni, mentre il secondo, è reso noto pochi minuti fa. FCM5L-YX86Z-ZICM6-95NLW-XXSU7, questo il codice diffuso qualche minuto fa dal Tg1. Abbinando questo codice a quello privato già in possesso delle commissioni (ogni commissione ha un codice privato diverso), i presidi potranno scaricare le tracce e la maturità potrà avere inizio.

Qualche problema con il nuovo sistema c'è stato negli scorsi giorni, come raccontato da alcuni presidi che hanno lamentato l'impossibilità di compilare online i verbali preliminari delle commissioni. «Venerdì scorso – ha raccontato la preside Daniela Scocciolini al quotidiano La Repubblica - quando le scuole hanno inserito i dati degli studenti e dei commissari, tutto è filato liscio, ma ieri è stato impossibile compilare online i verbali preliminari delle commissioni e quelli delle riunioni plenarie». Problemi simili si sono avuti anche in altre scuole, alcune delle quali hanno dovuto ripiegare sulla compilazione di verbali cartacei, in attesa che il sistema informatico fosse ripristinato.

La seconda prova, diversa per ciascun istituto, ci sarà domani, 21 giugno. Greco al liceo classico, matematica al liceo scientifico, lingua straniera al liceo linguistico, pedagogia al liceo pedagogico, figura disegnata al liceo artistico, economia aziendale per l'istituto tecnico commerciale, topografia per l'istituto tecnico per geometri, lingua straniera per l'istituto tecnico per il turismo, alimenti e alimentazione per l'istituto professionale per i servizi alberghieri e della ristorazione, psicologia generale e applicata per l'istituto professionale per i servizi sociali, tecnica della produzione e laboratorio per l'istituto professionale per tecnico delle industrie meccaniche. Per alcuni istituti, ad esempio per il settore artistico, la seconda prova ha carattere progettuale e laboratoriale e durerà tre giorni.

AGGIORNAMENTO ORE 9.20 – Eugenio Montale per il tema a carattere letterario; i giovani e la crisi; una frase di Hannah Arendt sullo sterminio degli ebrei da parte dei nazisti per il tema a carattere storico; la responsabilità della scienza e della tecnologia. Sono alcune delle tracce previste per la prova di italiano, secondo le prime indiscrezioni.

AGGIORNAMENTO ORE 9.45 - Dal ministero fanno sapere che il sistema informatico a doppio codice di accesso ha funzionato perfettamente e per il momento non è stato segnalato nessun problema dalle scuole.

AGGIORNAMENTO ORE 10.00 – Cominciano ad essere segnalate da agenzie e portali web le tracce della prova di italiano. Per l'analisi del testo, Montale: “Ammazzare il tempo”; l'articolo di giornale ha per tema “Il Labirinto”, con documenti tratti da Ariosto, Picasso, Calvino ed Eco; per l'ambito scientifico, “il Principio di responsabilità, un'etica e la civiltà tecnologica”; per l'ambito socio-economico, “la crisi e i giovani” con brani di Steve Jobs; per l'ambito storico-politico, Hannah Arendt e l'olocausto degli ebrei; per il tema storico, “Il bene comune e individuale”; per il tema di ordine generale si chiede di commentare la frase di Paul Nizan “Avevo vent'anni: non permetterò a nessuno di dire che questa è la più bella età della vita”.

Serena Casu

(foto Agi)

InfoOggi.it Il diritto di sapere