Falsa avvocata condannta a 7 anni e mezzo: estorceva soldi a una badante

373
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
AOSTA, 5 APRILE 2018 - Una donna salernitana di 37 anni, residente da tempo ad Aosta, è stata...

AOSTA, 5 APRILE 2018 - Una donna salernitana di 37 anni, residente da tempo ad Aosta, è stata condannata ad una pena di 7 anni e mezzo perchè colpevole di aver estorto 900 euro a una badante bisognosa del rinnovo del permesso di soggiorno. 

La donna, fingendosi avvocato, ha minacciato la badante magrebina, che aveva assunto e licenziato poco dopo, di un possibile arresto "in conformità alla legge italiana", e di ulteriori guai per il figlio qualora lei non avesse pagato una somma di 1.069 euro.

Ma anche quella di far passare "dei guai" al figlio, se lei non avesse pagato 1.069 euro. Il tutto spacciandosi per avvocata. I fatti, su cui ha indagato la Guardia di Finanza, risalgono al 2015/2016.

Per questi mitovi, il giudice monocratico del tribunale di Aosta, Marco Tornatore, ha dichiarato la donna colpevole dei reati di estorsione, truffa, falso e sostituzione di persona. Alla donna, multata anche di 2000 euro, sono stati concessi i domiciliari.

Il pm aveva chiesto una condanna ad otto anni e mezzo, mentre la difesa ha chiesto l'assoluzione. Alla badante, costituitasi parte civile, sono andati i 369 euro non ancora risarciti sui 1.069 totali.

Daniele Basili

immagine da valledaostaglocal.it

InfoOggi.it Il diritto di sapere