• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Femminicidio a Pozzo D’Adda: uccide la compagna e tenta il suicidio

Lombardia > Milano

POZZO D’ADDA (MILANO), 24 SETTEMBRE – Ennesimo femminicidio nel nostro Paese, questa volta nel Milanese: all’alba di oggi, in un appartamento a Pozzo D’Adda, un uomo ha ucciso la compagna e poi ha cercato di togliersi la vita conficcandosi un coltello nel petto. 

Ad allertare le autorità l’ex moglie dell’uomo, che ha ricevuto una chiamata dal suo ex nella quale annunciava di aver ammazzato la convivente e di voler compiere l’estremo gesto. Sul posto sono arrivati i Carabinieri e i medici del 118 ma per la vittima, una ragazza straniera di 26 anni, non c’era nulla da fare se non decretarne il decesso.  Il cadavere non presentava evidenti segni di violenza o ferite di arma bianca, né da fuoco. Resta dunque da accertare la modalità esecutiva dell’omicidio, le cause della morte e il movente del gesto. Per far luce sull’oscura vicenda si attendono i risultati dell’autopsia, che verrà eseguita forse già a partire da domani, e il parere tecnico-motivato del medico legale. 

Una donna morta in circostanze misteriose e il suo assassino che giaceva a terra in una pozza di sangue. Questa la scena del crimine. L’uomo forse pensava di farla finita pugnalandosi al petto con un coltello, ma il suo tentativo suicidiario non è andato a buon fine: all’arrivo dei soccorritori e dei militari era ancora vivo. Trasportato d’urgenza presso l’ospedale di Bergamo, versa in gravissime condizioni e dunque in pericolo di vita. Sul caso indagano i Carabinieri. 

Luigi Cacciatori