Firmato da Fornero e Lucchetti l'accordo per gli ammortizzatori sociali in deroga

19
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
ANCONA, 13 MARZO 2013 - Manca solo la firma del Ministro Grilli al decreto interministeriale di tras...

ANCONA, 13 MARZO 2013 - Manca solo la firma del Ministro Grilli al decreto interministeriale di trasferimento dei fondi statali firmato dal ministro del Lavoro. Tali fondi serviranno per le aziende in crisi che hanno diritto alla cassa integrazione in deroga e la mobilità in base ai criteri contenuti nell’intesa istituzionale territoriale con le parti sociali.


È stato sottoscritto dal Ministro del Lavoro, Elsa Fornero insieme all’assessore regionale al Lavoro, Marco Luchetti l’accordo per l’applicazione degli ammortizzatori sociali in deroga per l’anno 2013. Questo atto, in termini amministrativi, precede l’assegnazione delle risorse statali che ammontano per le Marche a 15 milioni di euro e che avviene con decreto interministeriale con il Ministero dell’Economia.


L’assessore così spiega il passo fatto insieme al Ministro:
“ La firma dell’accordo è sostanziale in questa fase perché ci consente di dare concretezza all’intesa istituzionale già firmata a metà gennaio con le parti sociali del territorio e continuare così a sostenere il reddito di lavoratori in difficoltà e delle loro famiglie . Il Ministro Fornero ha già firmato anche il decreto interministeriale di assegnazione dei fondi statali che ora sta attendendo solo la firma del Ministro Grilli per concludere l’iter al più presto. Certo i 15 milioni di euro destinati alle Marche, che serviranno per la cassa integrazione in deroga e la mobilità di lavoratori di aziende in crisi che non fruiscono degli strumenti ordinari, sono per ora una quota di anticipazione dello stanziamento complessivo, già integrato con le risorse previste dalla legge di stabilità 2013 assegnate alle Regioni. Siamo consapevoli tuttavia che il momento di grave difficoltà comporta la necessità di reperire ulteriori risorse da destinare alle crisi aziendali. Ed è per questo che insieme agli altri assessori regionali siamo impegnati per mettere a punto una strategia comune di intervento per l’assegnazione di nuovi fondi statali.”
L’intesa istituzionale territoriale prevede che la Cassa Integrazione in deroga sarà applicata per un massimo di 1038 ore annue per ciascun dipendente, mentre la mobilità in deroga è stata modulata sulla base delle recenti riforme del lavoro.


Per maggiori informazioni sulle procedure da seguire la Regione Marche ha messo a disposizione un numero verde 800 155 085 e una casella di posta infoanticrisifse@regione.marche.it.

Fonte Newsmarche.it

 

InfoOggi.it Il diritto di sapere