• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Frosinone: il 19 Febbraio fiaccolata per non dimenticare Marina Arduini

Lazio

FROSINONE, 18 FEBBRAIO 2015 - Domani, 19 Febbraio, dalle ore 19.30 presso lo stadio Matusa di Frosinone, si ricorderà l'ottavo anniversario di scomparsa di Marina Arduini. La donna, anche nota alle cronache come "la commercialista di Frosinone", aveva trentasette anni ed un legame d'affetto molto profondo con suo nipote Manuel, che negli ultimi anni si sta occupando della sensibilizzazione dei media e della popolazione locale, affinchè gli inquirenti continuino a cercare Marina Arduini.

Manuel ha dichiarato ad InfoOggi: «Siamo giunti all'ottavo anno, da quando è scomparsa mia zia, ma le domande che ci poniamo sono sempre le stesse: perché l'hanno uccisa? E soprattutto perché nessuno parla in questa città?». In merito alla fiaccolata, il nipote di Marina Arduini spiega: «Come ogni volta ci siamo affidati al nostro amico di famiglia Sergio Crescenzi ed al sindaco di Frosinone, Nicola Ottaviani, gli unici sempre disponibili ad aiutarci in qualsiasi nostra iniziativa in tutti questi anni».[MORE]

Riguardo allo scopo dell' iniziativa, Manuel fa sapere: «Con questa fiaccolata vogliamo far capire alla città intera che Marina è stata fatta sparire da otto anni e per quello che molti hanno sempre pensato e mormorato. Alcuni hanno addirittura detto che "la famiglia sa che sta bene, ma non si sa dove si trova. Altri hanno anche detto che Marina sarebbe scappata con dei soldi...». Si tratta di illazioni che, oggettivamente, infangano la memoria di Marina Arduini, ma Manuel assicura che «Fortunatamente gli inquerirenti si sono ricreduti negli anni e da scomparsa volontaria, così era stato marchiato il nostro caso, il fascicolo e stato ripreso come omicidio ed occultamento di cadavere a carico di una persona, che riteniamo da anni che debba rispondere di molte bugie dette».

Il nipote della donna, inoltre, aggiunge: «Noi non ci arrenderemo finché non verrà fatta giustizia e ci tengo a ringraziare il nostro avvocato, nonché membro come me dell'associazione Penelope, Gennaro Gadaleta e la nostra criminologa, Immacolata Giuliani, che si battono ormai da molto tempo, affinché venga fuori la verità su Marina, dimenticata da tutti, soprattutto dalla sua città Frosinone».

Alla domanda "Marina avrebbe partecipato ad una fiaccolata per un suo compaesano scomparso", Manuel risponde senza esitare: «Per come la conoscevo, non avrebbe di certo alimentato chiacchiere ed emesso giudizi, ma sicuramente, a differenza di alcuni suoi parenti, era sempre disponibile per tutti e tutto».

Per approfondire:
-Per informazioni sulla fiaccolata, è possibile prendere visione della pagina Facebook dedicata all'evento, cliccando qui.
-Il blog dedicato a Marina e gestito dalla famiglia è disponibile al seguente indirizzo: cerchiamomarina.blogspot.com
-L' Intervista di InfoOggi sul caso è disponibile cliccando qui.

Alessia Malachiti