Giugliano in Campania. Luca Abete, nel cimitero delle auto rubate!

8
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
GIUGLIANO IN CAMPANIA (NA), 18 APRILE 2013 - In molti ormai sanno che l’azione di denuncia di ...

GIUGLIANO IN CAMPANIA (NA), 18 APRILE 2013 - In molti ormai sanno che l’azione di denuncia di Luca Abete, l’inviato campano di Striscia la Notizia, sconfina sul web anche senza l'utilizzo di microfoni e telecamere. Pubblicando una foto al giorno già dal 1 dicembre 2010, nel suo progetto One Photo One Day, racconta, infatti, la sua vita quotidiana e ciò che l’attività di reporter gli pone davanti agli occhi.  

Ed è proprio nel suo girovagare che nel pomeriggio di ieri, a Giugliano in Campania, si è “autoscattato” la foto n°869 che denuncia il malcostume di autentici criminali che smaltiscono rifiuti speciali e scarti di lavorazioni industriali abbandonandoli nelle campagne. L’occhio attento di Abete si è posato in particolare su alcune carcasse di auto presumibilmente rubate, depredate di tutti i pezzi rivendibili e rovesciate nei canali di raccolta delle acque piovane. Una prassi frequente e diffusa che in molti casi finisce con il creare autentiche discariche a pochi passi dalle abitazioni e proprio lì dove abbondano le terre coltivate.

Insomma un’istantanea che dimostra, anche fuori dallo schermo, la determinazione del noto personaggio a combattere le illegalità e conferma la criticità di certe situazioni troppo spesso irrisolte.

Luca Abete nella serata di ieri ha condiviso la foto con i suoi fan sulla sua pagina Facebook ufficiale accompagnandola con questa frase: “In un canale, tra le abitazioni e le coltivazioni, decine di carcasse d'auto rubate e bruciate!”.

E’ possibile vedere la foto sul sito del progetto www.onephotooneday.it e sul social network Flickr all'indirizzo www.flickr.com/onephotooneday
---
OnePhotoOneDay, è la dinamica mostra fotografica che nasce nel 2010 e si arricchisce ogni giorno di una nuova foto in Pegno, che Luca Abete si scatta e pubblica sul sito www.onephotooneday.it e sul social network Flickr, con lo scopo di comunicare condividere, attraverso un’istantanea, riflessioni ed emozioni.

InfoOggi.it Il diritto di sapere