Gli USA revocano il "travel ban" al Ciad: "migliorata la sicurezza per i due popoli"

81
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
REGGIO CALABRIA, 11 APRILE 2018 - Dopo un'indagine governativa durata sei mesi, il Presidente degli ...

REGGIO CALABRIA, 11 APRILE 2018 - Dopo un'indagine governativa durata sei mesi, il Presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha revocato, ieri, il travel ban nei confronti dei cittadini del Ciad.

Secondo quanto si legge in una nota, la Casa Bianca ha apprezzato gli sforzi profusi dal Ciad per rafforzare la sicurezza e condividere le informazioni sui passeggeri in viaggio verso gli Stati Uniti. L'indagine americana ha appurato che il paese africano ha innalzato gli standard di sicurezza e rafforzato la comunicazione con le autorità statunitensi in merito ai propri cittadini in partenza per gli Usa.

"Accogliamo con favore le migliori pratiche delle autorità del Ciad, che dimostrano una chiara via di uscita per i paesi inseriti nell'elenco del travel ban - si legge nel comunicato pubblicato ieri dal dipartimento di Stato degli Stati Uniti - Questi miglioramenti miglioreranno la sicurezza per il popolo del Ciad e degli Stati Uniti".

Trump, inoltre, ha detto che il divieto di viaggio rimarrà ancora in vigore per 7 paesi che "non hanno apportato miglioramenti" in materia di lotta al terrorismo e condivisione delle informazioni: Iran, Libia, Siria, Somalia, Yemen, Venezuela e Corea del Nord. Queste nazioni "non hanno apportato miglioramenti degni di nota o sufficienti nelle loro pratiche di gestione delle identità e di condivisione delle informazioni".

Daniele Basili

immagine da worldatlas.com

InfoOggi.it Il diritto di sapere