• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Grecia: "disastro ecologico" sull'isola di Eubea devastata da un incendio boschivo

Puglia > Bari

ATENE, 14 AGOSTO- Oltre  200 i pompieri greci, supportati da cinque elicotteri, 75 camion e 11 aerei, che dall’alba di questa mattina sono impegnati per contenere il massiccio incendio che ha devastato per oltre 30 ore uno dei santuari della fauna selvatica meglio conservatin Grecia, sull'isola di Eubea, dove le autorità già deplorano ‘Un enonorme disastro ecologico’. L'incendio, che è divampato dal bordo della strada martedì alle 3 (00h GMT), si è diffusrapidamente, in una pineta rinomata per la sua fauna e la sua flora selvaggia, sotto l'effetto delle raffiche di vento tra la vegetazione molto fitta e secca che in breve ha raggiunto il centro dell'isola. 

"È un enorme disastro ecologico in una pineta unica nel suo genere, che è rimasta ‘intatta’ fino ad oggi” - ha affermato il governatore regionale uscente Costas Bakoyannis.

Il disastro, che si sviluppa su un fronte di 12 km, non ha fatto vittime, ma ha provocato, tra operazioni di salvataggio complicate dalla scarsa visibilità e dai forti venti, l'evacuazione di quattro villaggi sull'isola di Eubea, la seconda isola greca per dimensioni dopo Creta, situata a nord-est di Atene. Le fiamme hanno raggiunto i 30 metri di altezza in alcuni punti e il fumo intenso ha raggiunto la capitale, situata a circa 70 chilometri in linea d'area dal fuoco. 

"Sfortunatamente gli incendi boschivi faranno parte della nostra vita quotidiana” -  ha affermato il primo ministro greco Kyriakos Mitsotakis a Psachna, una città minacciata dalle fiamme il giorno prima - “poiché anche i cambiamenti climatici stanno colpendo l'Europa meridionale".

Il disastro ha causato l'evacuazione dei villaggi di Kontodespoti, Macrymalli, Stavros e Platana, nel centro dell'isola, così come il monastero dei monaci della Vergine di Theotokos e ha minacciato la città di Psachna. 

"Da Psachna a Kontodespoti e Makrymalli, tutto è bruciato. Siamo fortunati a non avere avuto vittime umane " - ha detto Thanassis Karakatzas, uno dei responsabili della protezione civile greca ANA. 

Il presidente del Consiglio dei ministri Giuseppe Conte, d'intesa con il Dipartimento della protezione civile e il Dipartimento dei vigili del fuoco, ha disposto l'invio di due Canadair CL 415 sull'isola. I velivoli, afferiscono al progetto europeo "RescEu-IT", sulla base del quale, se non impiegati per le necessità nazionali, possono essere attivati, su richiesta di Bruxelles, in uno degli altri Paesi dell'Unione europea che dovessero trovarsi in situazioni di criticità. Su richiesta della Grecia infatti, l'UE ha mobilitato le sue risorse del meccanismo di salvataggio, operativo in previsione degli incendi boschivi in Europa. Anche un altro aereo anfibio Canadair, che farà scalo in Sardegna per rifornimenti, in risposta alla richiesta ricevuta attraverso il meccanismo europeo di protezione civile della Commissione europea è stato inviato dalla Spagna.

Luigi Palumbo

Fonte immagine: protothema