• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Coronavirus. Importazione mascherine non a norma, Irene Pivetti indagata

Sicilia > Siracusa

Importazione mascherine non a norma, Pivetti indagata accusa di frode in commercio per ex presidente camera
SIRACUSA 29 APR - L'ex presidente della Camera, Irene Pivetti, è indagata dalla Procura di Siracusa, in qualità di amministratore delegato della Only logistics Italia srl, nell'ambito di un'inchiesta sull'importazione e distribuzione di mascherine dalla Cina.

I reati ipotizzati sono frode in commercio e immissione sul mercato di prodotti non conformi ai requisiti essenziali di sicurezza. La guardia di finanza di Siracusa ha sequestrato 9 mila mascherine in diverse città italiane. Nell'inchiesta è coinvolto anche il titolare della "Stt Group", società di Lentini, nel Siracusano, che si occupava della distribuzione.

L'inchiesta

Nell'inchiesta, demoninata 'Bad Mask', è coinvolto anche il titolare della "Stt Group", società di Lentini, nel Siracusano, che si era occupata della distribuzione in farmacie e parafarmacie del Paese delle mascherine protettive. La società Only logistics Italia srl, che le aveva importato dalla Cina, ha subito nei giorni scorsi un altro sequestro di Dispositivi di protezione individuale (Dpi) a Malpensa. A finire sotto la lente di ingrandimento delle Fiamme Gialle di Siracusa, dopo controlli richiesti dai colleghi di Bologna, è stata la Stt Group, operante nel settore della distribuzione di Dpi risultati accompagnati, secondo la Procura di Siracusa, da "una certificazione inattendibile di conformità alla normativa europea" da una società polacca.

Ma è emerso, spiegano i finanzieri, che "il codice relativo al certificato è risultato estraneo all'ente certificatore" e che erano stati acquistati dalla società romana di cui è amministratrice Irene Pivetti. Secondo gli approfondimenti, eseguiti dai militari della Tenenza di Lentini, i dispositivi apparterebbero a una partita di merce per la quale il direttore centrale dell'Inail, competente a ricevere le comunicazioni da parte di produttori e importatori, ha espressamente vietato alla società importatrice l'immissione in commercio. I sequestri sono stati eseguiti nelle provincie di Milano, Roma, Bologna, Ravenna, Forlì, Siracusa, Caltanissetta, Catania e Ragusa. Il provvedimento è stato emesso dalla procuratrice di Siracusa, Sabrina Gambino, e dal sostituto Salvatore Grillo