• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Inter, Spalletti: "Icardi è nei piani, ma se pagano la clausola..."

Umbria

PERUGIA, 31 MAGGIO – Luciano Spalletti torna a parlare del futuro della sua Inter, e lo fa a margine del dibattito “Encuentro e i Mondiali di Argentina del 1978”, nel corso del quale si parlato di calcio e politica, con ospite Walter Sabatini, ex coordinatore tecnico di Suning.[MORE]

L’allenatore nerazzurro si è intrattenuto a lungo con i cronisti affrontando innumerevoli temi, tra cui, ovviamente, non poteva mancare quello relativo al futuro di Mauro Icardi. "Sono un allenatore che tutte le sere ha un confronto con il direttore sportivo Piero Ausilio che mi racconta le cose come sono andate” ha affermato Spalletti “ma ci sono delle cose che si fanno e che non dipendono da noi”.

Per il tecnico di Certaldo, è probabile che il “nueve” con la maglia nerazzurra ci sia ancora il prossimo anno, e che faccia molti più goal della stagione appena terminata. “Ma se uno viene e ti paga ciò che deve pagare, e il giocatore vuole andare, poi diventa superfluo quello che è il tuo pensiero” ha poi ricordato il mister.

Si è parlato anche di scudetto, liquidato da Spalletti come “uno slancio che la stampa si prende dal trampolino”. Il tecnico ha infatti sottolineato come ci sia ancora un ampio gap con le squadre di vertice, Juventus e Napoli, e che quello con la Roma sia stato solo eroso e non del tutto superato,

In chiusura, l’allenatore ha ricordato la vittoria dell’Olimpico nell’ultima giornata di campionato. “I ragazzi mi hanno fatto vedere una maturità che mi ha sorpreso, sono stato bene con loro e ho ricevuto molto da loro, che mi hanno seguito. Sono stati fermi, senza retrocedere di un centimetro”. Quanto alla prossima stagione, per Spalletti la lotta sarà ancora più aperta, con Atalanta, Lazio e Milan pienamente coinvolte.

Paolo Fernandes

Foto: calcionews24.com