La Sardegna assente al Salone del libro di Torino. Aes e Michela Murgia attaccano la Regione

22
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
CAGLIARI, 24 APRILE 2014 – Per la prima volta la Sardegna non presenzierà il Salone int...

CAGLIARI, 24 APRILE 2014 – Per la prima volta la Sardegna non presenzierà il Salone internazionale del Libro di Torino; nel capoluogo piemontese non ci sarà nessuno a rappresentare l’Isola poiché la Giunta regionale non ha approvato la proposta dell’assessore Claudia Firino, che aveva richiesto un stanziamento inferiore ai cinquantamila euro per finanziare la partecipazione all’importante evento editoriale.

La scelta sarebbe giustificata dalla penuria di risorse, che avrebbe costretto la Regione a congelare tutti i finanziamenti considerati “superflui”. A denunciare il fatto è stata la scrittrice nonché leader di Sardegna Possibile Michela Murgia, che si è scagliata sia contro la Giunta Pigliaru sia contro l’ex-presidente Cappellacci. Secondo l’autrice di Cabras, la vecchia coalizione di centrodestra non avrebbe programmato la partecipazione della Sardegna al Salone del Libro, mentre Pigliaru avrebbe preferito destinare i fondi ad altri ambiti, considerati prioritari dal neogovernatore.

Accanto alla Murgia si schiera anche l’Associazione degli Editori Sardi, che accusano il governo regionale di aver compiuto “scelte e valutazioni discrezionali e di ordine politico, anziché di considerazione oggettiva”.

(Foto da: marieclaire.it)

Vanna Chessa

InfoOggi.it Il diritto di sapere