La Vignetta InfoOggi: "REPORT"

10
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
LA VIGNETTA INFOOGGI - Bisogna spegnere le trasmissioni pericolose per la salute. Specialmente quell...

LA VIGNETTA INFOOGGI - Bisogna spegnere le trasmissioni pericolose per la salute. Specialmente quelle che fanno colare a picco la libido nel senso che ti fanno passare la voglia di scopare. Se non fai l’amore ti innervosisci, calano le nascite e si alza il rischio di estinzione della specie. Se ti innervosisci non fai l’amore e il risultato è lo stesso.

Ne contiamo almeno quattro di queste trasmissioni di cui ben tre sono sulle reti pubbliche invase dai berluscones. Dai commenti carpiti qua e la, dai sondaggi fatti al bar, si evince che Report di Milena Gabanelli è quella che fa più male. Quasi a pari merito Exit e Ilaria D’Amico. Segue Anno Zero con Santoro, Travaglio e l’inimitabile Vauro e poi Ballarò con Crozza e Floris che non si sa come faccia a sopportare così stoicamente le telefonate del nostro fuhrer. E ancora l’Infedele di Lerner.

Se ti avventuri a guardare una di queste trasmissioni ne esci distrutto fisicamente e psicologicamente, perdi l’appetito e la voglia di ridere e divertirti. Si potrebbe parlare addirittura di istigazione al suicidio visto che, nelle persone normali, generano la depressione.

Ti fanno capire come funziona davvero il sistema Italia e ne trai conclusioni dirompenti. Intanto ti rendi conto che gli italiani sono suddivisi in due importanti categorie: i furbi ed i fessi.

I furbi sono spesso anche ricchi, alcune volte veri delinquenti, autentici imbroglioni, altre volte solo servi opportunisti. Vincono tutti i concorsi anche se non capiscono un cazzo. Occupano posti chiave della pubblica amministrazione, della sanità, pezzi dello stato, dell’imprenditoria, dell’arte, della cultura. Conducono una vita dorata, soldi, pochissime tasse, culi e tette sempre a disposizione, case da sogno, barche e vacanze in posti meravigliosi dove ad un certo orario, col sole splendente e la natura rigogliosa senza insetti fastidiosi, danno al figliolo la merenda artificiale e non un pel pezzo di pane e mortadella.

Si vede spesso nelle pubblicità di certe merendine: nel bosco a passeggio che potrei dare al bambino se non una merendina confezionata? E che cazzo! Dagli pane e frittata che è molto meglio!

Dall’altra parte ci sono i fessi. Quelli che guardano le trasmissioni di cui sopra, quelli che si spaccano la schiena per lavorare e certe volte per non guadagnare nulla e pagare tutte le tasse.

I fessi, quelli che non votano più perché tanto sono tutti uguali. Quelli da mille euro al mese che non riescono a sfamare i figli. Quelli che studiano come matti per provare a farsi strada nella vita senza immaginare che in Italia tutti i posti pubblici e privati sono già occupati dai parenti dei parenti degli amici.

E già! I fessi! Quelli che ci hanno creduto e ci credono ancora nonostante tutto. Quelli che non ruberebbero un centesimo nemmeno morti e che, facendo sacrifici mortali mandano, i figli all’università sperando in un futuro migliore che puntualmente gli viene sottratto dai furbi.

I più furbi di tutti sono i politici che conducono vite da nababbo facendosi eleggere con i voti dei fessi a cui promettono di tutto e di più. Poi, una volta eletti, si fanno solo i cazzi loro. Bravi! Complimenti! Più furbi di così!

E bravi pure ai fessi! Come si fa ad essere più fessi di così?

InfoOggi.it Il diritto di sapere