Maltempo: fiumi di fango e acqua creano disagi e vittime, due morti

21
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
SENIGALLIA (ANCONA), 3 MAGGIO 2014 - Il maltempo scaraventatosi sulle Marche ha già provocato...

SENIGALLIA (ANCONA), 3 MAGGIO 2014 - Il maltempo scaraventatosi sulle Marche ha già provocato vittime e disagi, e il dirigente della Protezione civile della regione Roberto Oreficini fa sapere: "Non escludiamo che nella zona di Senigallia ci siano altre vittime, stiamo verificando una voce che si è diffusa in queste ore''.

Fiumi di fango e acqua inondano le strade nel senigalliese rendendole impraticabili. Oggi un uomo di 86 anni ha accusato un malore che gli ha provocato la morte a causa dell'impossibilità dei soccorsi via terra di muoversi tempestivamente. Il 118 ci ha provato, ma l'alluvione ha impedito il pronto intervento. Un'eliambulanza è immediatamente intervenuta dopo la difficoltà riscontrata dai soccorsi sulle strade alluvionate, giunta all' abitazione dell'uomo un medico si è calato con un verricello per tentare di salvare la vita dell'anziano ormai stroncata da un arresto cardiaco. Il maltempo non lascia tregua.

Vite legate da una drammatica fine, come quella dell'anziano travolto dalle acque fangose nel sottoscala e morto annegato. Alcune zone delle Marche sono ormai cielo e acqua, come la frazione di Bregnetto dove il fiume Cesano ha travolto le strade. Prese misure di sicurezza: tutti i negozi del centro sono stati chiusi, bloccati al traffico i ponti sul Misa, fiume che attraversa la città e che ha esondato in alcuni punti dell'immediata periferia. La protezione civile ha subito invitato la popolazione a non uscire di casa e, laddove l'acqua avesse invaso gli edifici, di portarsi subito ai pani alti delle abitazioni. Intanto alcune scolaresche devono essere evacuate, come l’Istituto Corinaldesi dentro il quale vi sono un centinaio di persone, e la Scuola Marchetti.

Vigili del fuoco e protezione civile già da molte ore all'opera per contrastare l'ondata d'acqua e fango che sta minacciando e mettendo a dura prova la regione.

(immagine da il giornaledellaprotezionecivile.it

Rossella Assanti

 

InfoOggi.it Il diritto di sapere