Medaglie oro ed argento per i vini vincitori al Concorso Enologico 2019 Città del vino

591
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
LAMEZIA TERME 22 LUGLIO - L’associazione “L’Albero della Vite”, presieduta da Saveria S...

LAMEZIA TERME 22 LUGLIO - L’associazione “L’Albero della Vite”, presieduta da Saveria Sesto e ospitata dal presidente delle Terme  Emilio Cataldi,   ha organizzato un evento    nella verde e suggestiva cornice di Caronte di Lamezia Terme, per la  consegna degli attestati dei vini vincitori al Concorso Enologico Internazione di Città del vino 2019 svoltosi a Frascati. Un’occasione imperdibile per riunire intorno al prelibato vino  imprenditori,  sindaci di alcune Città del vino, enologi e un folto gruppo di appassionati ed enoturisti che hanno potuto degustare ed apprezzare i   vini in abbinamento  a tipicità e « prendere coscienza  del faticoso lavoro delle aziende» ha commentato Saveria Sesto  sottolineando «il rapporto di fiducia stabilito tra produttori ed imprenditori, un aspetto non di poco conto per un evento di vino dal carattere conviviale  e relazionale».

L’attestato di partecipazione  è stato consegnato dal Coordinatore della Calabria, il sindaco di Cirò Francesco Paletta, ai vini: il Lamezia doc e Lamezia riserva “Batasarro”   della Cantina Statti, Moscato Passito al Governo di Saracena 2011 di Feudo dei Sanseverino, Cirò doc  Rosso Classico Superiore e Zero di Brigante e Vigneti, Cirò doc Rosso Classico Superiore Riserva “Ripe del Falco” delle Cantine Vincenzo Ippolito, Calabria IGT Rosso “Demetra” della Cantina Malena, Terre di Cosenza Dop Lunapiena della Cantina Spadafora e  Pizzuta del Principe con il Val di Neto Igt  “ Molarella e Calatrazza”. Sono stati presenti rispettivamente gli imprenditori  Maurizio Bisconte, Enzo Sestito, Vincenzo Ippolito, Concetta Malena, Paola Scuticchio, Gianni Boi e Clara  Bianchi oltre al  vicesindaco di Mangone Roberto Falvo, di Cutro Anna Battaglia e il sindaco di Pazzano Sandro.

Taverniti e l’Ambasciatore delle Citta’ del vino Paolo Ippolito. I  risultati ottenuti sono stati considerati  dal coordinatore Francesco Paletta una mirabile  sintesi  di un lavoro intrapreso che valorizza tutti i territori della  Calabria  la cui narrazione avviene attraverso una bottiglia di vino. Nel corso della serata è stato consegnato il “Premio Enologo Gianfranco Biondi” come atto di gratitudine nei confronti di Gianfranco Biondi, agronomo ed enologo che si è tanto prodigato  per l’enologia  calabrese lasciando una inestimabile  eredità in merito. Il premio è stato attribuito  a Nicola Colombo, enologo presso la Cantina Statti per le 2 medaglie d’oro dei vini Lamezia Doc Rosso 2018 e Lamezia Doc Riserva  “Batasarro”  2013. Una Menzione speciale  è stata riconosciuta  a Giuseppe Liotti  enologo della Cantina Brigante & Vigneti  di Cirò per  le medaglie d’oro e quella d’argento dei vini Ciro’ 2018  e Zero Igt Calabria 2018. L’omaggio, consegnato dalla famiglia Biondi rappresentata dalla figlia Antonella e Francesco Mirabelli, oltre all’attestato, è consistito in una penna realizzata in legno di olivo dall’artista di Saracena Giovanni Forte e una foglia di ceramica che riproduce i vitigni Iuvarello e Lacrima nera  realizzati dalla ceramista Graziella Cantafio di Lamezia Terme.

Foto: Sesto ed imprenditori alle Terme di Caronte

Lina Latelli Nucifero

InfoOggi.it Il diritto di sapere