Modena, 8 per mille per le scuole: pronto l'elenco dei primi interventi

Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
MODENA, 14 NOVEMBRE 2014 - Il Comune di Modena sta facendo una ricognizione nelle scuole per predisp...

MODENA, 14 NOVEMBRE 2014 - Il Comune di Modena sta facendo una ricognizione nelle scuole per predisporre entro l’anno un primo progetto esecutivo che riguarda la messa in sicurezza di edifici scolastici per un importo complessivo di un milione di euro, cifra che si renderà disponibile dai finanziamenti dell’8 per mille per l’edilizia scolastica che saranno concessi dallo Stato quando il regolamento attuativo nazionale lo consentirà. Le prime 14 scuole che saranno interessate dai lavori di adeguamento normativo per la prevenzione incendi sono le secondarie Calvino e Sola; le primarie Saliceto Panaro, Graziosi, Ciro Menotti, Buon Pastore, Galileo Galilei e Begarelli; i nidi Edison e Triva; le scuole d’infanzia Malaguzzi, Rodari; la scuola d’infanzia e il nido Mamitù.

Lo ha fatto sapere l’assessora al Bilancio Carla Ludovica Ferrari rispondendo all’interrogazione del Movimento 5 stelle sullo “stato di avanzamento della richiesta dell’8x1000 per l’edilizia scolastica”. La consigliera Elisabetta Scardozzi, dopo aver ricordato in materia la mozione a firma congiunta di M5s e Pd approvata a luglio dal Consiglio comunale, ha chiesto “l’elenco degli edifici scolastici da inserire nell’istanza da presentare alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, le tipologie di interventi, l’ammontare dell’importo richiesto e se sia possibile aggiornare periodicamente l’elenco”.

L’assessora Ferrari ha spiegato che “l’incompletezza della normativa non ha reso possibile presentare le richieste di accesso ai fondi entro il 30 settembre, perchè non è stato ancora modificato il regolamento in merito all’introduzione della categoria ‘edilizia scolastica’ introdotta con la Legge di stabilità 2014, sebbene già a gennaio siano stati approvati con decreto i criteri di priorità per il finanziamento delle domande. In ogni caso – ha sottolineato - il settore Lavori Pubblici del Comune sta procedendo ad un lavoro di ricognizione in tutte le scuole che ha già portato alla compilazione di un primo elenco di oltre una decina di edifici scolastici che potranno accedere ai finanziamenti statali dell’8 per mille”. L’elenco sarà costantemente aggiornato sulla base della ricognizione in corso e già a gennaio del prossimo anno saranno inseriti altri 70 edifici scolastici.

“Resta quindi confermato – ha ribadito l’assessora - l’impegno a partecipare al bando per l’edilizia scolastica non appena sia stata modificata la norma regolamentare, nonché a mettere a disposizione dei consiglieri le domande di finanziamento che saranno presentate e più complessivamente il risultato della rilevazione dei fabbisogni”. La consigliera Scardozzi si è dichiarata soddisfatta della risposta.

Giovanni Cristiano

InfoOggi.it Il diritto di sapere