'Ndrangheta: operazione "Archi" confiscati beni per un milione di euro. Operazione Dia Reggio C.

2061
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
REGGIO CALABRIA, 10 OTTOBRE - La Dia di Reggio Calabria, coordinata dal Procuratore distrettual...

REGGIO CALABRIA, 10 OTTOBRE - La Dia di Reggio Calabria, coordinata dal Procuratore distrettuale Giovanni Bombardieri, ha eseguito un provvedimento di confisca di beni emesso dalla sezione Misure di prevenzione del Tribunale nei confronti di un affiliato alla 'ndrangheta, Rosario Aricò, di 59 anni, con trascorsi lavorativi nel settore dell'ortofrutta.

Aricò, già coinvolto nell'operazione "Archi", è stato condannato dalla Corte d'Appello di Reggio Calabria, con sentenza diventata definitiva nel 2015, a sei anni ed otto mesi di reclusione per associazione mafiosa quale affiliato alla cosca "Tegano", operante prevalentemente nel quartiere Archi del capoluogo. I beni confiscati ad Aricò consistono, in particolare, in sei immobili, tra cui una villa di pregio e due appartamenti a Reggio Calabria e Scilla; due autovetture, varie disponibilità finanziarie e due diritti di credito vantati presso terzi.

InfoOggi.it Il diritto di sapere