• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Orrore a Ragusa: indiscrezioni parlano di violenza sessuale ai danni del piccolo Andrea Loris

Sicilia

RAGUSA, 01 DICEMBRE 2014 - Il piccolo Andrea Loris Stival, ritrovato senza vita il pomeriggio del 29 Novembre in un canale di scolo nel mezzo di un canneto, a quattrocento metri da un mulino abbandonato nel Ragusano, ha subìto violenza sessuale prima di essere ucciso.

Il piccolo Andrea Loris Stival avrebbe subito violenza sessuale, poi è stato ucciso

A decretare che vi è stato un abuso è stata l'autopsia, i cui risultati sono stati resi noti questa mattina. Secondo quanto riportano le agenzie di stampa odierne, il bambino sarebbe stato colpito fortemente al cranio dopo aver subìto la violenza sessuale. Sarebbe il colpo la causa del decesso.[MORE]

A ritrovare il corpo del bambino, di appena otto anni, è stato un cacciatore, Orazio Fidone. Quest'ultimo, assediato dalla stampa, si è trattenuto in caserma fino a tardi, ieri sera, per fornire dettagli sul ritrovamento di Andrea Loris Stival. La sua auto è stata sequestrata per accertamenti, ma l'uomo non risulta essere indagato. 

Mentre si diffonde la terribile notizia in merito alla violenza subìta dal bambino, gli inquirenti cercano lo zainetto blu che portava con sè Andrea Loris Stival, ma che non è stato ritrovato. Le forze dell'ordine hanno dunque rivolto un appello ai cittadini di Santa Croce Camerina (Ragusa), luogo in cui si trova la scuola che frequentava il piccolo, ed agli abitanti di Scoglitti Punta Braccetto (Ragusa), chiedendo loro di aiutarli a ritrovare lo zainetto blu.

AGGIORNAMENTO ORE 12.39: Il procuratore capo di Ragusa ha dichiarato che non vi sono attualmente elementi che lascino pensare alla violenza sessuale. Si tratterebbe, dunque, di sole indiscrezioni.

AGGIORNAMENTO 12:50 - Secondo alcune fonti, una bambina di dieci anni, che frequenta la stessa scuola che frequentava Andrea Loris Stival, avrebbe dichiarato di aver visto il piccolo poco prima della sua scomparsa: «È sceso dall'auto della mamma -avrebbe dichiarato la bambina - ed è andato verso il chioschetto per comprare il panino. Poi mi sono allontanata e non l'ho più visto».

(Foto da lastampa.it)

Alessia Malachiti