"Papi Gump" di nuovo in cammino verso Bruxelles per la bigenitorialità

Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
19 APRILE 2015 - La “Festa della liberazione” sarà celebrata come ogni anno ...

19 APRILE 2015 - La “Festa della liberazione” sarà celebrata come ogni anno in Italia il prossimo 25 aprile. Sarà una data importante e “liberatoria” anche per Antonio Borrromeo. Borromeo, ultraquarantenne abruzzese, che ha scelto la marcia, o meglio, come preferisce definirlo lui stesso, un "cammino di pace" per interagire con Istituzioni politiche, giurisdizionali, religiose, sul tema che più gli sta a cuore, la "bigenitorialità". Vale a dire, consentire ai minori di godere in concreto dell’affetto di padre e madre anche in caso di separazioni conflittuali.

Antonio si è anche dotato di un nome di battaglia, quello di "Papi Gump", che è il suo personale “label” quando decide di indossare le faticose vesti di "pellegrino" della bigenitorialità. Ha anche dato vita ad una associazione con questo nome per la sensibilizzazione sulla tematica.

La legge numero 54 del 2006 e le successive integrazioni normative stabiliscono regole precise perl’affido condiviso di figli con genitori separati La bigenitorialità perfetta ed effettiva, vale a dire la piena parità di tempi da trascorrere con il minore e uguale incidenza sulle decisioni da prendere in favore del proprio figlio, appare a Borromeo ancora lontana come obiettivo da conseguire in concreto. L’applicazione in concreto della normativa sulla bigenitorialità è, a parere di “Papi Gump, da rivedere. Ciò perché troppo spesso essa conduce ad alimentare incomprensioni e dissidi tra tantissime coppie di genitori separati o divorziati, a discapito dei figli.

Forte dello lo slogan “Insieme si può”, è stato proprio definito in questi giorni il nuovo percorso della marcia di Borromeo, in Italia ed all’estero. Tale marcia condurrà “Papi Gump” dalla sua città di residenza, Vasto fino a Bruxelles. Ecco alcune delle tappe tappe:
Pescara, San Benedetto del Tronto, Ancona, Fano, Rimini, Forlì, Imola, Bologna, Reggio Emilia, Parma, Cremona, Milano, Como, tre città della Svizzera, due del Lussemburgo, due del Belgio le tappe già fissate e poi Bruxelles dove, nella sede del Parlamento europeo, Borromeo incontrerà tre europarlamentari italiani.

La “marcia” è patrocinata dal SIPO - Società Italiana Pediatria Ospedaliera - e dal Comune di Vasto, “Papi Gump” chiederà di essere ricevuto presso le Istituzioni dei luoghi dove transiterà. Tra gli argomenti che affronterà con i rappresentanti del “pubblico”, ci sarà anche l’ istituzione del “Registro amministrativo per il diritto dei minori alla bigenitorialità”. In apposite schede verranno raccolte le risposte che gli amministratori locali, regionali e Parlamentari nazionali incontrati vorranno fornire alle questioni sollevate da Borromeo. Il materiale raccolto sarà presentato, in occasione del terzo Convegno nazionale, al fine di redigere una nuova Proposta di legge che sarà sottoposta all’attenzione del Parlamento italiano da rappresentanti di varie forze politiche che già si sono dichiarati disponibili alla collaborazione.

Camminare è uno dei gesti più naturali. Proprio come l'essere genitori.” Papi Gump” è la sintesi di questi concetti elementari e scontati, ma talvolta non attuati nelle dovute maniere.

Raffaele Basile

InfoOggi.it Il diritto di sapere