• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Pugliese, Catanzaro. Caso sospetto Coronavirus. Sindaco Abramo “nessun allarme”

Calabria > Catanzaro

Caso sospetto coronavirus.  “nessun allarme a Catanzaro”, il Sindaco Abramo ha sentito responsabile pronto soccorso pugliese
CATANZARO, 22 FEB - “Non c’è alcun caso di coronavirus a Catanzaro”. Lo ha detto il sindaco, Sergio Abramo,

dopo essersi messo in contatto con il responsabile del Pronto soccorso del Pugliese-Ciaccio, Peppino Masciari. Al primo cittadino sono infatti state fornite precise rassicurazioni sulle condizioni della persona, arrivata in Calabria con un volo dal Veneto, e ricoverata nell’hub del capoluogo per febbre alta. “In base ai primi risultati il paziente sarebbe affetto da una comune influenza”, ha aggiunto il sindaco invitando la cittadinanza “a non farsi prendere dal panico, perché la situazione è sotto controllo” e sottolineando che in Calabria, come in tutta Italia, i presidi ospedalieri sono attrezzati a far fronte ad eventuali casi sospetti.

La cronaca del caso
Una giovane di 26 anni é stata ricoverata in isolamento nell'ospedale di Catanzaro per sospetto caso di Coronavirus. La giovane, rientrata ieri sera in aereo a Lamezia Terme, riferisce l'ufficio stampa della Regione, é stata sottoposta a scanner termico in aeroporto e le é stata rilevata una temperatura di 37.5 gradi, in assenza di altri sintomi. La ragazza tornava da Venezia, con scalo a Fiumicino. Nelle ultime 24-36 ore aveva partecipato ad un convegno insieme ad un collega, a sua volta in contatto col trentottenne identificato come "caso 1" a Codogno e ricoverato per coronavirus.

"Provenendo da area italiana ad altissima sorveglianza - si afferma nel comunicato - la donna è stata ricoverata in regime di isolamento a pressione negativa. La paziente non è transitata dal pronto soccorso, giungendo direttamente in reparto. La situazione, al momento, è sotto controllo. La paziente è completamente asintomatica. I risultati del test per Sars-CoV19, effettuato in sede, si attendono in tarda mattinata".