Quando il turismo diviene "partecipattivo": la rete NeXt e le buone pratiche per la sostenibilità.

Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
SALERNO, 17 FEBBRAIO 2018 - Turimo partecipattivo: una dicitura accattivante, un riuscito gioc...

SALERNO, 17 FEBBRAIO 2018Turimo partecipattivo: una dicitura accattivante, un riuscito gioco di parole che ha da un po’ fatto il suo esordio in un settore dove sempre più è sentita l’esigenza di responsabilità e consapevolezza, quale il turismo.

Il turismo partecipattivo è promosso dalla rete NeXt, acronimo di Nuova Economia per Tutti. Si tratta di un network di organizzazioni della società civile, di consumatori, di imprese e enti vari. L’obiettivo è la promozione di un innovativo tipo di economia più sostenibile, nel rispetto della natura e del territorio.

Il Turismo PartecipAttivo punta infatti su visite guidate per conoscere in dettaglio interventi realizzati nella gestione del territorio, dei rifiuti, della mobilità ed energia. La conoscenza di queste realtà aspira a sua volta a diffondere nuovi modelli di sviluppo sostenibile, facendo divenire gli stessi partecipanti del “turismo partecipattivo” promotori della cultura delle pratiche virtuose, portando il loro sapere presso la propria realtà. Lo slogan della rete Next è infatti: le buone idee sono esempi da copiare!

NeXt Nuova Economia X Tutti si propone così come uno strumento utile non solo per le imprese, ma anche per i i cittadini e gli studebti. Riguardo all’utenza privata, infatti, aggrega i bisogni e le informazioni sulla sostenibilità attraverso una piattaforma web e la creazione di reti di cooperazione locale, per realizzare iniziative di consumo critico e responsabile.

Per le imprese, NeXt Nuova Economia X Tutti promuove invece il miglioramento delle strategie sostenibili per azioni svolte in favore dell’ambiente. Riguardo a studenti e giovani in cerca di occupazione. , NeXt Nuova Economia X Tutti propone una ben mirata formazione che si fonda sulla Responsabilità Sociale del Territorio , garantendo competenze specifiche sull’economia sostenibile e i relativi strumenti di progettazione sociale.

Il progetto NeXt ha già decine di adesioni da parte di enti anche di rilievo nazionale, su tutto il territorio. 

Figura inoltre tra i promotori del prossimo Social Trekking di Salerno, di cui abbiamo parlato in un precedente articolo. Le pratiche virtuose per la sostenibilità del turismo sanno andare bene a braccetto.

testo e foto di RAFFAELE BASILE

InfoOggi.it Il diritto di sapere