• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Reddito famiglie -4%

Liguria

 GENOVA, 4 APRILE 2012 – Nel 2008-09 i redditi familiari italiani hanno subito una caduta del 4%, a fronte di una riduzione del Pil del 6%. Lo ha affermato il vice direttore generale di Bankitalia, Anna Maria Tarantola, durante il convegno “La famiglia: un pilastro per l’economia del Paese”, tenutasi a Genova. La crisi, che ha avuto la sua fase più acuta durante il 2008-09, ha inciso gravemente sul reddito delle famiglie riducendone la ricchezza e la capacità di risparmio, ma nonostante questo le famiglie italiane hanno potuto fare da ammortizzatori sociali. Secondo i dati riportati durante l’incontro è emerso che circa 480 mila famiglie hanno provveduto al mantenimento di almeno un figlio convivente, nella primavera del 2009. Le cause sono da ricercarsi nella perdita del lavoro che ha coinvolto gli italiani, obbligandoli a far ricorso al sostegno familiare derivante dal lavoro o dalle pensioni dei propri genitori. Secondo il vicedirettore di Bankitalia la vulnerabilità finanziaria si riduce solo “ rafforzando il ritmo di crescita della nostra economia, riavviando lo sviluppo con misure strutturali. [MORE]

È questo il compito cui è chiamata la politica economica del nostro Paese, rimuovendo ingiustificati vincoli e restrizioni alla concorrenza e all’attività economica, definendo un più favorevole contesto istituzionale per l’attività delle imprese e dei lavoratori, promuovendo l’accumulazione di capitale fisico e umano”. E ancora Tarantola ha affermato che “ la crisi ha reso ancora più forte la dipendenza dei membri più deboli dalla famiglia d'origine, riducendo ulteriormente la propensione dei giovani di intraprendere percorsi autonomi, a passare dalla condizione di figlio a quella di genitore, a partecipare attivamente non solo alla vita economica, ma anche a quella sociale”.

Giulia Cancedda

(fonte foto: caserta.bakeca.it)