Renzi, prove generali da segretario Pd «Rottamiamo le correnti»

Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
FIRENZE, 31 AGOSTO 2013-Bagno di folla in Emilia Romagna per Matteo Renzi. Nella regione “ross...

FIRENZE, 31 AGOSTO 2013-Bagno di folla in Emilia Romagna per Matteo Renzi. Nella regione “rossa”per antonomasia il sindaco fiorentino fa tappa a Reggio Emilia e Forlì e, ancora una volta, non delude gli astanti. Non esibisce le solite parole intrise di retorica, tipiche del "politichese". Mai banale il “rottamatore”.

Renzi appare cauto e politically correct quando si tratta di sciogliere le riserve circa la sua eventuale corsa per diventare segretario del Pd. «Aspettiamo fino alla riunione del partito del 21 settembre, poi saprete tutto». Ma poi, nell'ipotesi di una sua leadership, arriva l’affondo «Abolirò tutte le correnti, basta con queste correnti, serve unità». Il primo cittadino di Firenze, insomma, evidenzia come il sacrosanto confronto tra le varie anime del Pd sia spesso degenerato in uno scontro, ovviamente controproducente. Secondo Renzi il partito «non si eredita, si conquista». «Il Pd che ho in mente non perde le elezioni ma guai -  ha sottolineato - a vederla come una rivincita dell'altra volta. Dobbiamo portare avanti le idee, non divisioni inutili».

Sugli strascichi della vicenda Berlusconi «Basta con il caso Berlusconi, di cui i giornali erano inondati quest'estate, basta con giaguari e pitonesse, l'Italia merita di più».

Renzi ha infine rinnovato l'invito a cambiare la legge elettorale. «Le scadenze si rispettano. Che la facciano il prima possibile. E quando l'hanno fatta... »

Davide Scaglione

InfoOggi.it Il diritto di sapere