Renzi sulle Riforme: "Programmazione fino al 2018"

22
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
ROMA, 11 DICEMBRE 2014 - Ai cronisti che gli chiedono informazioni sul voto anticipato, Matteo renz...

ROMA, 11 DICEMBRE 2014 - Ai cronisti che gli chiedono informazioni sul voto anticipato, Matteo renzi è chiaro: il suo Governo sarà in piedi fino al 2018 e ha una programmazione ad hoc per ogni giorno in Parlamento. Il Ministro Delrio aveva dichiarato lo stesso, attaccando la minoranza del PD: secondo Delrio, la minoranza cercherebbe di tornare quanto prima alle elezioni, bloccando di fatto ogni proposta di riforma del Governo Renzi.

La replica a Delrio arriva direttamente da Massimo D'Alema: "(...)i deputati e i senatori hanno il diritto e il dovere di cercare di migliorare testi che restano contraddittori e mal congegnati" spiega il politico, mentre voci di corridoio ipotizzano le elezioni anticipate con il Mattarellum, ovvero la legge elettorale precedente a quella vigente.

Renzi ha dichiarato di non essere preoccupato per le rimostranze della minoranza PD. Secondo il Premier, la minoranza agirebbe per divertirsi: "(...)si divertono a mandarci sotto per fare vedere che ci sono(...)", aggiungendo poi che senza il governo presente in Parlamento, sarebbe la Troika. L'espressione poco felice non ha placato gli animi, soprattutto all'indomani delle dichiarazioni di Padoan in sede europea.

Il Ministro dell'Economia ha tenuto a precisare sulla bontà delle riforme decise dal Governo italiano per il pareggio di bilancio, rispondendo così alle perplessità di Angela Merkel.

(Foto you-ng.it)

Annarita Faggioni

InfoOggi.it Il diritto di sapere