• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Serie A, la presentazione della 29ª giornata

Toscana

PISA, 4 MARZO 2015 - Giornata di campionato fondamentale per la corsa all’Europa. Scontri diretti tra quattro delle prime cinque in classifica. Apre la partitissima Roma - Napoli mentre la Lazio è di scena a Cagliari. Chiude la giornata Juventus - Empoli. [MORE]

Dopo la sosta per le Nazionali torna in campo la Serie A con tutte le squadre in campo oggi, nel sabato pre pasquale. Si parte con il botto, Roma – Napoli, che è sicuramente il match più atteso di questo 29mo turno. Alle spalle dei giallorossi ma con cinque lunghezze di vantaggio sui partenopei, c’è la Lazio che è di scena a Cagliari e scende in campo conoscendo il risultato dell’Olimpico. Alle 18.30 sfida importante anche quella tra Fiorentina e la Sampdoria.

Come detto dunque, si parte subito forte già all’ora di pranzo con l’attesissima sfida dell’Olimpico tra Roma e Napoli. I giallorossi, in casa sembrano non riuscire più a vincere anzi, tra campionato e Coppa Italia, hanno perso le ultime due gare giocate. La squadra di Benitez potrebbe aver sfruttato la pausa per recuperare energie fisiche e mentali e lanciale il rush finale per raggiungere entrambe le finali di coppa e il terzo posto che le garantirebbe i preliminari di Champions. Sarà quindi una sfida che non permetterà il minimo errore per non ingigantire le critiche che nelle ultime settimane hanno caratterizzato entrambe le tifoserie. Garcia dovrà fare a meno di capitan Totti, di Keyta, Maicon e anche di Gervinho, che ha rimediato un infortunio muscolare che lo costringerà a stare fuori per tre settimane. Il tecnico degli azzurri invece deve rinunciare solo a Inler, out per squalifica, ma in attacco ha l’imbarazzo della scelta anche se spera che la trasferta oltreoceano di Higuain non si faccia troppo sentire.

Alle 15 altre sette partite in cui a spiccare c’è sicuramente CagliariLazio con la curiosità di vedere che tipo di risposta darà la squadra di Pioli al risultato dell’Olimpico. I biancocelesti hanno infatti la possibilità di allungare su almeno una delle due squadre ma per farlo devono assolutamente battere i sardi che con Zeman non hanno mai vinto in casa e provano a mantenere vive le speranze di salvezza. Pioli prova a dosare le energie in vista del ritorno della semifinale di Coppa Italia al San Paolo e potrebbe far rifiatare qualcuno dei titolari anche se sarà difficile rinunciare a Candreva e Felipe Anderson, veri e propri trascinatori della squadra. Chi prova la rimonta impossibile per una posizione in Europa è l’Inter che ha, almeno apparentemente, la partita più agevole di giornata contro il Parma a San Siro. Mancini, privo di Vidic e Icardi, squalificati, si affida al trio d’attacco composto da Shaqiri - Palacio - Podolski per cercare una vittoria casalinga che manca ormai da due mesi. La squadra di Donadoni si presenta a San Siro senza stimoli e senza il proprio capitano, Lucarelli, out per squalifica a causa dell’espulsione rimediata nell’ultima giornata che lo costringerà a saltare le prossime tre gare.

In zona salvezza, delicata sfida di Bergamo tra Atalanta e Torino. I nerazzurri hanno cinque punti di vantaggio su Cagliari e Cesena, appaiate a quota 21, e provano a sfruttare il difficile turno delle due avversarie per portare l’allungo decisivo in classifica. I granata, dopo un avvio di campionato complicato, hanno trovato la continuità di risultati e rispetto alla grande stagione dello scorso anno, hanno addirittura tre punti in più in classifica che gli permettono di essere settimi, davanti a Inter e Milan. Proprio i rossoneri sono attesi dalla difficile trasferta di Palermo e cercano una vittoria che lontano da San Siro manca addirittura dal 19 ottobre quando ottenne un 3-1 sul Verona al Bentegodi. I rosanero non vincono da cinque partite e allora Iachini sta pensando di proporre una squadra molto offensiva con Belotti insieme ai soliti Dybala e Vazquez. Per Inzaghi, viste le voci di un probabile esonero a fine stagione, potrebbe essere una delle ultime occasioni per provare a far cambiare idea a Berlusconi o alla nuova società, dato che sembra a un passo l’acquisizione delle quote di maggioranza da parte di un investitore cinese.

Voglia di riscatto anche per il Genoa di Gasperini, che sembra essersi rilassato un po’ troppo e nelle ultime nove partite ha vinto solamente due volte. I rossoblu ospitano l’Udinese in una partita che vede opporsi due squadre ormai senza obiettivi e che quindi potrebbero regalare diversi gol e spettacolo, vista la presenza di gente come Perotti e Di Natale. Così come per il Cagliari, sfida quanto mai decisiva per il Cesena di Di Carlo al Bentegodi con l’Hellas Verona. La squadra di Mandorlini ha undici punti di vantaggio sulle ultime della classe che garantiscono una più che sicura distanza di sicurezza. I bianconeri hanno una delle ultime chance per provare a portarsi a ridosso dell’Atalanta prima del prossimo match che li vedrà ospitare l’altra squadra veronese, il Chievo. Anche i gialloblu di Maran, grazie alle due vittorie consecutive con Genoa e Palermo, hanno raggiunto i cugini a quota 32 e sono di scena sul campo di un Sassuolo che nelle ultime settimane ha avuto un rendimento molto altalenante. I neroverdi, con cinque sconfitte nelle ultime sei partite giocate, sono stati risucchiati dal gruppone che precede la quota salvezza e ora Di Francesco chiede la massima attenzione per tornare a esprimere il bel gioco dei primi sei mesi.

Alle 18.30 altra partita molto importante per la zona Champions. Al Franchi, Fiorentina e Sampdoria, si giocano tre punti importanti per rimanere attaccate al treno di cinque squadre guidato da Roma e Lazio. Montella chiede ai suoi di non farsi distrarre dalla sfida di martedì con la Juventus in cui è in palio la finale di Coppa Italia. Dall’altra parte, Mihajlovic, non si nasconde e dichiara di voler puntare senza alcun dubbio al terzo posto, potendo contare anche sull’entusiasmo di giocatori come Soriano ed Eder, reduci dalle belle prove con la nazionale italiana. Chiude questo turno di campionato, il posticipo delle 21 tra Juventus ed Empoli. I bianconeri sono più che mai in emergenza a centrocampo, viste le assenze di tre titolari come Pogba, Pirlo e Marchisio a causa degli infortuni. Allegri studia allora le contromosse per evitare di farsi sorprendere dai toscani, capaci in questa stagione di pareggiare in casa di Fiorentina, Napoli e Roma. Sarri, corteggiato da diverse squadra, garantisce che la ricetta per tentare l’impresa allo Juventus Stadium è quella di "partire con la follia di pensare di poter condurre la partita e far risultato".
 

 

 

 

Programma 29ª giornata
Roma Napoli Sabato 12.30
Palermo Milan       "       15.00
Genoa Udinese       "       15.00
Sassuolo Chievo       "       15.00
H. Verona Cesena       "       15.00
Inter Parma       "       15.00
Cagliari Lazio       "       15.00
Atalanta Torino       "       15.00
Fiorentina Sampdoria       "       18,30
Juventus Empoli       "       21.00

 

Giuseppe Sanzi