Sopracciglia perfette con la tecnica del Microblading

2363
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
Vi avevamo già parlato delle sopracciglia nel post sui nuovi trend e questa volta voglia...

Vi avevamo già parlato delle sopracciglia nel post sui nuovi trend e questa volta vogliamo approfondire un tema molto interessante. Come vi avevamo accennato, infatti, sono tornate di moda le sopracciglia molto folte ed uniformi e ciò può rappresentare un problema per coloro che, spinte dalle mode del passato e dal gusto della pinzetta, si ritrovano oggi ad avere sopracciglia estremamente sottili, rade e dalla forma improbabile.

Al di là degli appositi make up, che comunque richiedono una buona base per poter funzionare ed avere un effetto realistico, quale può essere la soluzione per chi non ha sopracciglia degne di questo nome? Il microblanding, ovviamente.

Popolarissimo oltreoceano, da poco sbarcato in Italia, il microblading è una versione migliorata del trucco permanente che, mediante l’utilizzo di aghi sottilissimi imbevuti di pigmento colorato, consente di tracciare, pelo per pelo, un sopracciglio folto, con maggiore precisione rispetto ai tradizionali tatuaggi, dove l’inchiostro, a causa della vibrazione, rischia di penetrare sottopelle in maniera meno definita.

Con il microblading, invece, grazie all’utilizzo di uno strumento a forma di penna, il risultato è molto naturale e garantito anche dal fatto che è possibile scegliere la tonalità di pigmento desiderata sulla base della carnagione e del colore delle sopracciglia.

Insomma, una soluzione a lungo termine, perfetta per chi desidera ridare forma alle sopracciglia martoriate negli anni dall’utilizzo eccessivo della pinzetta o altri fattori, infoltirle coprendo in buchi e ridefinirle. Accanto ai lati positivi vi è però un costo da non sottovalutare: una seduta (che consigliamo vivamente di effettuare rigorosamente in saloni certificati) dura circa due ore ed ha un costo che può variare dai 200 ai 450 euro, a seconda delle necessità.

Altra spesa da tenere in conto è che, solitamente, è richiesto un ritocco a distanza di 3-4 settimane per potenziare l’effetto della prima seduta e definire al meglio le sopracciglia. Solo dopo questo passaggio l’effetto diverrà permanente, pur potendosi verificare un naturale scolorimento con il passare del tempo, come accade un po’ per i tatuaggi tradizionali.

Ottime notizie poi per le meno coraggiose e resistenti al dolore: se vale comunque il detto che chi bella vuole apparire, un po’ di male deve soffrire, è comunque assicurato che sull’area da trattare viene applicato uno strato di crema anestetizzante che rende il procedimento quanto meno sopportabile.

Una volta ottenuto l’effetto desiderato, infine, non resta che seguire qualche semplice accorgimento per prolungare l’effetto il più possibile:

– evitare di bagnare le sopracciglia per 2 giorni dopo il trattamento;

– applicare un prodotto a base di vaselina per facilitare l’eliminazione delle crosticine che si formano via via che la pelle guarisce;

– ripulire quotidianamente il sopracciglio con un cotton-fioc imbevuto di soluzione fisiologica per impedire alle creme di penetrare troppo a fondo;

– evitare di strofinare o toccare eccessivamente le sopracciglia, sia dopo il trattamento, sia in generale una volta ottenuto l’effetto finale desiderato.

Emanuela Salerno

Seguimi anche su Facebook: EsteticaMente

InfoOggi.it Il diritto di sapere