Terremoto, Delrio: "Non lasceremo sole le famiglie colpite"

61
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
ROMA, 28 OTTOBRE - Il ministro delle Infrastrutture, Graziano Delrio, nel corso di un'intervista ril...

ROMA, 28 OTTOBRE - Il ministro delle Infrastrutture, Graziano Delrio, nel corso di un'intervista rilasciata al Messaggero ha reso noto che il Governo "è pronto ad aumentare le risorse destinate alle aeree colpite dal terremoto ben oltre i 4,5 miliardi inseriti in manovra". "Appena ci saranno delle stime precise sui danni - ha proseguito - decideremo gli interventi. Non ci tireremo indietro. Di certo non lasceremo sole le famiglie così duramente colpite e, gradualmente, metteremo in sicurezza tutto il territorio nazionale".

Il ministro ha poi sottolineato: "Siamo venuti qui (nelle zone colpite dal sisma, ndr) per testimoniare la vicinanza del governo, incontrare i sindaci, ringraziare chi si è impegnato in questa gara di solidarietà e mutuo soccorso, dai carabinieri alla protezione civile, ai volontari".

Nella giornata di ieri, il Consiglio dei Ministri ha esteso lo stato di emergenza per il nuovo terremoto e ha stanziato con un decreto 40 milioni di euro. A tal proposito, il ministro Delrio ha dichiarato: "E dopo il consiglio dei ministri, che ha stanziato 40 milioni per l' emergenza, ora modificheremo il decreto per Amatrice, allargando la zona ai paesi colpiti. E spero, come ha detto il premier Renzi, che il Parlamento approvi immediatamente il provvedimento".

Nel mentre, la terra continua a tremare nel Centro Italia: circa cento scosse di terremoto, di magnitudo non inferiore a due, sono state registrate nella notte tra Marche e Umbria. La più forte di magnitudo 3.5 è stata registrata alle 4:13, vicino Ussita. È stata la seconda notte di paura e da sfollati per i circa 4 mila terremotati della provincia di Macerata, sistemati in strutture provvisorie, palazzetti dello sport e qualche tenda. Alcuni gruppi, però, sono già stati trasferiti negli alberghi della costa. Fino al 31 ottobre le scuole saranno chiuse per le dovute e necessarie verifiche e sopralluoghi.

Luigi Cacciatori

Immagine da blitzquotidiano.it

InfoOggi.it Il diritto di sapere