• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Terremoto, Mattarella assicura "Non vi lasceremo soli"

Marche

ASCOLI PICENO, 28 AGOSTO - Il 27 agosto, giornata di lutto nazionale, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha visitato le tendopoli di Amatrice e Accumuli, due dei paesi più colpiti dal forte sisma.[MORE]

Sono seguiti i funerali solenni nella palestra comunale di Ascoli Piceno per le 35 vittime marchigiane, a cui erano presenti, insieme al Presidente della Repubblica, il Presidente del Consiglio Matteo Renzi insieme alla moglie, Agnese Landini e i presidenti della Camera e del Senato Laura Boldrini e Pietro Grasso.

Alla cerimonia hanno partecipato più di 500 persone e fra le 35 vittime anche una bambina di 2 anni, Marisol.

Mattarella ha assicurato “Non vi lasceremo soli”, e accompagnato da Nicola Zingaretti, presidente della Regione Lazio e da Fabrizio Curcio, capo della Protezione Civile, ha attraversato la zona rossa di Amatrice soffermandosi sulla scuola elementare del paese quasi completamente crollata. Era stata ristrutturata con un intervento di adeguamento antisismico nel 2012, e il crollo ha messo in dubbio la corretta esecuzione dei lavori.

Matteo Renzi ha invece voluto rassicurare i sindaci dei comuni colpiti dal sisma dichiarando: “Noi ci siamo e ci saremo sempre, mi raccomando alla tenuta psicologica delle comunità.” E rivolgendosi alle famiglie ha asserito: “Ditemi cosa è meglio per voi, non possiamo decidere tutto da Roma. È fondamentale fare ripartire tutte le scuole, il prima possibile, è un aspetto da non sottovalutare assolutamente”.

Il bilancio delle vittime, intanto, è salito a 291, ma le ricerche da parte della Protezione Civile sono ancora in corso.

Chiara Fossati

immagine da www.lostivalepensante.it