Terremoto sul Pollino: la scossa di Striscia la Notizia

Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
MORMANNO (CS), 15 APRILE 2013 – Striscia la Notizia, la nota “voce dell’indi...

 MORMANNO (CS), 15 APRILE 2013 – Striscia la Notizia, la nota “voce dell’indipendenza” nazionale, nella puntata odierna, come già anticipato da InfoOggi, ha dedicato un servizio, il secondo della serie, al terremoto del Pollino, di cui la presente testata ha trattato ampiamente.

 L’inviato Luca Abete, a distanza di cinque mesi è tornato a Mormanno, uno dei comuni dell’area del Pollino che ha subito più danni in seguito al “gravissimo sciame sismico” dello scorso 26 ottobre 2012.

 Non sembra che le condizioni generali siano granché mutate da allora: l’atmosfera che aleggia è quella di un paese fantasma, “un paese abbandonato” a sentire i cittadini che eroicamente resistono, non decidendosi a lasciare il luogo in cui sono nati. Continua lo stato di allarme e le attività di ricostruzione procedono molto lentamente, con l’inevitabile e drammatico corredo di edifici compromessi, strade transennate, esercizi commerciali chiusi, e con l’utilizzo di soli 15 posti letto - dei 65 disponibili - nell’ospedale locale reso inagibile.

 Luca Abete ha intervistato la portavoce del Comitato "Noi non ci arrendiamo al terremoto", Barbara Bruno, che ha manifestato il suo sdegno: “È come se il tempo si fosse fermato al 26 ottobre - ha dichiarato - perchè non ci sono stati interventi concreti. La gente continua ad andare via.” Una preoccupazione condivisa dal primo cittadino, il Dott. Guglielmo Armentano, che ha invitato le istituzioni ad intervenire.

 Diversamente, si sono registrate numerose iniziative promosse dalla Chiesa locale, la Diocesi di Cassano allo Jonio, che attraverso i fondi dell’otto per mille, ha permesso, su impulso del presule Mons. Nunzio Galantino, di ultimare nell’arco di pochi mesi gli interventi di consolidamento dei locali - di proprietà della stessa Diocesi - ospitanti otto attività commerciali ed uno studio tecnico.

 Luogo simbolico della solidarietà della Chiesa cassanese in un comune “quasi alla fine del mondo”, è la tensostruttura allestita dalla Protezione Civile, utilizzata per garantire il normale svolgimento delle attività di culto e per testimoniare, ancora una volta, la vicinanza ad una terra segnata dalla sofferenza. Lo scorso 23 marzo 2013, in vista della Pasqua, vi si sono ritrovati centinaia di giovani della Calabria Citra, accorsi in occasione della “Giornata Diocesana della Gioventù”, organizzata dall’Ufficio di pastorale giovanile per portare il messaggio di speranza del Risorto.

 (Immagine: scossa di terremoto di magnitudo 5 del 26.10.2012 con epicentro a Mormanno, dal sito Udine20)

  Domenico Carelli

 

 

 

InfoOggi.it Il diritto di sapere