Toquinho live tour 2010 - Sicilia

11
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
ACI CATENA (CT)- Dopo 2 anni di assenza, unico appuntamento l’anno scorso al Teatro del Silenz...

ACI CATENA (CT)- Dopo 2 anni di assenza, unico appuntamento l’anno scorso al Teatro del Silenzio di Laiatico con Andrea Bocelli, Toquinho torna in Italia con la sua band storica ed eccezionalmente, in questo tour estivo, con la nota cantante brasiliana Badi Assad.
Nella sua settima tournée suonerà nella nostra penisola dal 29 luglio al 16 agosto, toccando ben 14 tappe, dalla Valle d’Aosta alla Sicilia. Il live tour 2010 siciliano prevede 3 date: il 12 agosto a Lampedusa nell’Arena del mare alle ore 21 all’interno di un cartellone estivo insieme ad altri artisti di altissimo livello. www.ticketone.it Lottomatica e biglietto.it - punto di prevendita a Lampedusa agenzia viaggi taki travel tel. 0922970323. Primo settore (posti numerati) 30 euro, secondo settore 23,00 numerati- terso settore a18 (posto in piedo). Arena del mare si trova nei pressi dello stadio comunale che via dei cameroni.
Il 13 agosto per Segesta Eventi si esibirà al Teatro Antico di Segesta (TP) alle ore 21.00. È possibile acquistare i biglietti in prevendita sui circuiti: www.circuitoboxofficesicilia.it e www.greenticket.it, info line: 335457082. Biglietto d’ingresso 28 euro posto unico.
Terza ed ultima tappa in Sicilia è il 14 agosto l’artista si esibirà all’interno del ricco cartellone di “Etna in scena” del Comune di Zafferana Etnea all’Anfiteatro alle ore 21. La prevendita dei biglietti è disponibile sui circuiti: www.ctbox.it - www.circuitoboxofficesicilia.it - www.ilbotteghino.it. Sarà possibile acquistare i biglietti anche la sera stessa dello spettacolo al botteghino dell'Anfiteatro che sarà aperto ogni sera a partire dalle 19,30. Biglietti d’ingresso: Poltrona numerata €28,00 Gradinata non numerata €20,00.
La lunga e affascinante avventura di Toquinho inizia una ventina di anni fa, seguendo lo spirito e gli insegnamenti del grande maestro, Vinicius de Moraes, dal quale trae ispirazione per la raffinatezza assoluta, l’amore per la poesia e la capacità di trasmettere emozioni forti.
Con un semplice arpeggio di chitarra acustica ed un soffio di voce ispirata, Toquinho affonda saldamente le sue radici in quella terra fertilissima di suoni e di ritmi che è il Brasile, ma nel suo “acquerello” musicale vi è anche qualcosa in più: il suo stile riesce infatti ad integrare atmosfere quasi pop con un leggero gusto di jazz, ingredienti semplici che rendono le sue composizioni ancora più godibili al grande pubblico.
Sin da piccolo la madre lo chiamava «mio Toquinho di gente» (Toquinho si legge come Tocchigno) e questo soprannome è rimasto nel tempo, diventando il nome d’arte.
L’amore per la musica e per la chitarra già presente nell’infanzia di Toquinho, matura concretamente intorno a 14 anni con le lezioni ed i corsi di studio impartiti dal suo principale maestro Paulinho Nogueira, che lo guida al perfezionamento dello strumento ed alla scoperta della musicalità e dei segreti «dell’accompagnamento» e del «solo». Perfezionati gli studi negli anni successivi, ha poi fatto parte di diversi gruppi musicali, fino ad arrivare ai primi grandi importanti successi.
È proprio dal “Teatro Paramount” che inizia la carriera professionale di Toquinho che continua con successo in altri famosi teatri fra cui: il Teatro Maria della Costa (1964) in “Na Onda do Balanco” insieme a Taiguara, T. Lee, Manfred Fest Trio; il Teatro Maria della Costa (1965) in “Libertade, Libertade” con P. Autran; T. Raquel, Oduvaldo V., Claudia; il Teatro de Arena (1965) in “Esse Mundo è meu” rivista musicale iniziata nei locali notturni Ela Cravo, Canela e trasferita in teatro con la partecipazione di Sergio Ricardo, e Manini.


(notizia segnalata da Elisa Toscano)

InfoOggi.it Il diritto di sapere