Vasto (CH): trovato cadavere sotto ponte della A14. Abiti compatibili con quelli di Eleonora Gizzi

Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
VASTO (CHIETI), 26 AGOSTO 2014 - Un corpo in stato avanzato di decomposizione è stato ritrova...

VASTO (CHIETI), 26 AGOSTO 2014 - Un corpo in stato avanzato di decomposizione è stato ritrovato, questa mattina, sotto ad un viadotto dell'autostrada A14. Per la precisione, dentro ad un pilone nelle vicinanze del viadotto Prascovia, nei pressi di Vasto (Chieti). A trovarlo è stato un tecnico della Società Autostrade, il quale stava effettuando i controlli periodici dei piloni.

Fin dai primi momenti si è pensato ad Eleonora Gizzi, trentaquattrenne scomparsa proprio da Vasto a fine Marzo di quest'anno. Inoltre, il luogo del ritrovo, si troverebbe nelle vicinanze dell'abitazione dell'a donna, di professione insegnante.

Il corpo è stato recuperato dai Vigili del Fuoco e verrà portato presso l'ospedale San Pio di Vasto. Il padre della trentaquattrenne ha raggiunto il viadotto Prascovia, ma è stato tenuto lontano dai resti rinvenuti. Italo Gizzi ha affermato: «Sono certo che sia lei, me lo sento. La cosa che mi tormenta è che è poco distante da casa ma soprattutto sono luoghi che sono stati battuti da chi la cercava. Non riesco a trovare pace ma io non mi muovo da qui, aspetto finché non mi daranno delle risposte».

Nel frattempo, sul sito web del programma "Chi l'ha visto?" è stata divulgata la notizia secondo cui gli abiti ritrovati  addosso al cadavere (in particolare giacca e stivali), combacerebbero con quelli indossati da Eleonora Gizzi il giorno della scomparsa. Non solo, anche la corporatura ed i capelli (castani corti) lasciano pensare che l'identità del corpo potrebbe essere attribuito alla trentaquattrenne.

Infine, il punto di ritrovo sarebbe situato proprio sotto la strada dove il cugino la vide per l'ultima volta, mentre camminava a piedi. Sul sito web di "Chi l'ha visto?" è stato anche pubblicato un link a Google Maps, che indica il luogo del ritrovamento (Link). Si attendono ora sia l'autopsia che gli esami tramite i quali si potrà capire se, effettivamente, il corpo è quello di Eleonora Gizzi o meno.

(Immagine da ilgiorno.it)

Alessia Malachiti

InfoOggi.it Il diritto di sapere