• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Amman, scrittore cristiano giustiziato per vignetta blasfema

Friuli Venezia Giulia

 AMMAN, 25 SETTEMBRE - E’ stato assassinato dinanzi al Palazzo di Giustizia lo scrittore cristiano Nahed Hattar, raggiunto da tre colpi di arma da fuoco mentre raggiungeva il tribunale, nel pieno centro di Amman, per rispondere di una vignetta considerata blasfema e che vede come protagonista il califfo dell’autoproclamato Stato Islamico Al-Baghdadi.[MORE]


L’esperto di Medio Oriente, nonché grande sostenitore del governo del presidente siriano Bashar al Assad, aveva divulgato una vignetta nella quale il Califfo, abbracciato a due donne, ordinava a Dio -nell’altra parte della stanza e affacciato da una tenda- di portargli un aperitivo. La satira era evidentemente mirata a colpire la strumentalizzazione della religione, tramite un’interpretazione forzata del Corano, che produce un asservimento di Dio stesso al terrorismo.

 


Per la vignetta in questione l’uomo sarebbe finito in manette e liberato su cauzione l’8 settembre, portato dalle autorità davanti al giudice avrebbe sostenuto che la scenetta rappresentava il comportamento dei terroristi, ma nessun avvocato giordano ha accettato di difenderlo forse per paura che il ‘’disegno sacrilego della Potenza" -come l'organismo ufficiale giordano incaricato di emettere editti religiosi aveva definito la caricatura- si sarebbe riversato su di loro.


Ma ad uccidere l’uomo a soli 55 anni non è stato un fulmine, sono state tre pallottole della pistola di un uomo che, secondo fonti della sicurezza, sarebbe stato fermato dalle autorità e non ancora identificato.

 

Maria Azzarello