Archer & Armstrong ritrovano Andromeda

480
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
Roma, 2 settembre 2019 - Sceneggiature spesso provocatorie, mai parossistiche ma indubbiamente ...

Roma, 2 settembre 2019 - Sceneggiature spesso provocatorie, mai parossistiche ma indubbiamente sorprendenti e che a volte potrebbero apparire “no sense”.  E

 invece un senso ce l’hanno e lo mantengono anche per tutto l’arco narrativo che, per quanto riguarda questo terzo “A+A” - la nuova collana Star Comics dedicata ad Archer & Armstrong - torna a vedere i nostri due simpatici avventurieri rintracciare Andromeda – questo il titolo del terzo volume della serie – che è poi la moglie di Armstrong, rimasta per lunghissimo tempo introvabile. 

Sarà lei o un’allucinazione ad alta gradazione alcoolica a cui Armstrong è abituato? Che dire? 

Gli ingredienti ci sono tutti in questo nuovo episodio della saga Valiant più dissacrante del comicdom e guai a perderseli, anche perché la storia sceneggiata da Rafer Roberts (conosciuto anche per lavori con Dark Horse) e disegnata dall’encomiabile Mike Norton (vincitore sette anni fa del premio Eisner per il fumetto digitale) conducono con la giusta ironica capacità a continui colpi di scena che poi sono l’ingrediente principe di questo formidabile duo di (anti)eroi. 

D’altra parte Archer & Armstrong, in questa nuova vita editoriale eroi non potranno diventarlo mai visto che la loro caratterizzazione è fortemente impregnata di testardaggine, forse l’elemento più evidente di questi due baldanzosi characters

Se c’è un tassello da collegare ora alla loro lunga vita editoriale – iniziata, tra l’altro, nel lontano 1992 – è appunto “Andromeda”, terzo appuntamento della nuova serie “A+A” con cui Star Comics intende conquistare nuovi lettori per quello che è e resta il più insolito e quanto mai improbabile e dissennato duo del fumetto yankee.

Maurizio LOZZI

InfoOggi.it Il diritto di sapere