Arrivera' presto il momento delle auto elettriche?

4
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
BOLOGNA 24 MAGGIO - In un mondo sempre più alle prese con la questione ambientale le nuove te...

BOLOGNA 24 MAGGIO - In un mondo sempre più alle prese con la questione ambientale le nuove tecnologie diventano fondamentali per porre rimedio ad un problema che riguarda la salute del Pianeta Terra. In questo contesto, negli ultimi anni, nel mercato delle auto si sta facendo largo l’auto elettrica. Le vetture a propulsione elettrica utilizzano l’energia chimica immagazzinata in un serbatoio energetico costituito da una o più batterie ricaricabili e, quindi, offrono bassi consumi e alte prestazioni con inquinamento atmosferico prossimo allo zero. Molti dei maggiori marchi automobilistici stanno iniziando a progettare auto elettriche in grande quantità in vista di una produzione di massa sempre più prossima. Il 2017, infatti, sembra essere l’anno della svolta per il mercato delle auto elettriche.

L’auto elettrica nel mondo


Uno dei Paesi con maggiore percentuale di auto elettriche presenti sul territorio è la Norvegia. Quì la percentuale di auto elettriche vendute nel primo mese dell’anno ha raggiunto il 51,4% del totale. Questo risultato è legato agli incentivi statali che la Norvegia offre ai propri cittadini, spingendoli ad acquistare auto elettriche. I norvegesi interessati all’acquisto di auto elettriche potranno beneficiare dell’esenzione dall’Iva e dalle tasse di acquisto, oltre a quella del pagamento dei pedaggi stradale, l’assenza di spese di trasporto in traghetto e la possibilità di parcheggio nelle corsie riservate agli autobus.

La Germania è riuscita a colmare il ritardo inizialmente accumulato nei confronti di altri Paesi grazie al piano sulla e-mobility che ha dato un forte impulso al mercato delle auto elettriche. Negli ultimi 12 mesi, infatti, i punti di ricarica disponibili in territorio tedesco hanno raggiunto le 7.407 unità, con una crescita del 27%. In Germania circolano circa 77mila auto elettriche, 4mila in più rispetto a cinque anni prima.

L’auto elettrica in Italia

Il Bel Paese è, ahinoi, in ritardo sulla tabella di marcia. I dati riguardanti l’Italia cambiano di città in città: a Roma, ad esempio, circolano il 19,2% delle vetture elettriche presenti in Italia. Seguono, a grande distanza, Milano, Bolzano, Trento, Firenze, Reggio Emilia, Torino, Bologna, Brescia e Palermo. In queste città circolano il 60% del numero totale di vetture elettriche del Paese. A Roma, nella fattispecie, ci sono 659 delle 3.430 auto elettriche vendute in tutto il territorio nazionale.

Numeri nettamente inferiori rispetto al resto dell’Europa che rimarcano una grave mancanza da parte delle istituzioni. Mancano, infatti, adeguate incentivazioni economiche e fiscali a favore del mercato dell’auto elettrica. Basti pensare che il suddetto mercato non supera lo 0,14% di quello totale. Se, però, le istituzioni non si muovono con gli incentivi sarebbe comunque importante che anche gli automobilisti iniziassero ad avere maggiore consapevolezza dell’inquinamento atmosferico adottando comportamenti adeguati anche negli acquisti delle auto nuove. Le auto a benzina e diesel hanno ormai vita breve, meglio iniziare a venderle utilizzando i canali più disparati: dalla classica permuta fino ai compro auto in Italia che grande successo stanno avendo in questo periodo sul mercato dell’usato.

Il futuro, ormai lo sappiamo, è nelle mani delle auto elettriche. Secondo un recente studio, infatti, entro il 2020 un veicolo ogni sedici venduti nel mondo sarà elettrico o ibrido. Lo studio si basa sulle tendenze rilevate in un sondaggio effettuato su un campione di oltre 200 persone di 34 paesi. Tale ricerca risalta un trend positivo a partire dal 2012 che, però, non può prescindere da una riduzione dei costi delle auto elettriche e ibride. Insomma, non resta che credere ed investire nelle auto elettriche per far fronte alla questione ambientale.

InfoOggi.it Il diritto di sapere