Cagnano Varano (FG) carabiniere ucciso in conflitto a fuoco

632
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
CAGNANO VARANO, 13 APRILE – Durante un conflitto a fuoco avvenuto nella piazza principale del...

CAGNANO VARANO, 13 APRILEDurante un conflitto a fuoco avvenuto nella piazza principale del paese, un maresciallo dei carabiniere in servizio presso la stazione di Cagnano Varano  (FG), Vincenzo Di Gennaro di 46 anni, è rimasto ucciso. A colpirlo a morte, un pregiudicato 67enne. Un altro carabiniere 23enne è rimasto ferito ad un fianco e al braccio è al momento ricoverato in ospedale.

Sulla base della ricostruzione dei fatti, i militari erano stati chiamati a seguito di una lite in famiglia. 

La pattuglia intervenuta, composta dal maresciallo e dal giovane carabiniere 23enne avrebbe fermato per un controllo la vettura con a bordo il 67enne che avrebbe all’improvviso estratto la pistola e fatto fuoco all’indirizzo dei due. 

Il maresciallo Di Gennaro è stato trasportato al pronto soccorso ma è deceduto poco dopo, mentre il carabiniere 23enne, ferito al braccio e al fianco, è stato ricoverato non è in pericolo di vita. 

Il malvivente è stato poi bloccato, arrestato e condotro in caserma per l'interrogatorio. 

I colleghi del carabiniere ucciso intervenuti sul posto, hanno coperto l'auto di servizio con una bandiera tricolore."Una vita umana vale il mondo intero", si legge in un post del Comando Generale dell'Arma su Facebook. "Lo ha ucciso un uomo con precedenti penali, che ha estratto una pistola in occasione di un controllo e ha sparato ferendo anche un altro carabiniere, al quale vanno i nostri auguri di pronta guarigione".

"E' un giorno triste", ha detto il premier Giuseppe Conte dal Politecnico di Bari dove era per l’inaugurazione dell’anno accademico.

"Il mio impegno perché questo assassino non esca più di galera e perché le forze dell'ordine lavorino sempre più sicure, protette e rispettate”, ha ribadito il ministro dell'Interno Matteo Salvini.

"Il più profondo e sentito cordoglio alla famiglia e ai carabinieri" è stato espresso dal ministro della Difesa Elisabetta Trenta su Facebook per il maresciallomorto in servizio: "Il Paese intero è grato all'Arma. Chi tocca un carabiniere tocca lo Stato!". 

Luigi Palumbo

Fonte immagine: Ansa


InfoOggi.it Il diritto di sapere