• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Calibro 35 e Luminal per i dieci anni dell'Angelo Mai. Report e fotogallery

Lazio

ROMA, 13 NOVEMBRE 2014 – Con l'Autumn Tour 2014 i Calibro 35 stanno per concludere un anno di tour promozionale per Traditori di tutti dopo aver suonato per buona parte dell'Europa, per i Luminal invece si è in attesa del nuovo disco dopo il buon riscontro di Amatoriale Italia. Domenica 9 Novembre, entrambi hanno condiviso la location di Roma iniziando i festeggiamenti per i dieci anni dell'Angelo Mai.


La serata ha inizio verso le dieci con i Luminal a suonare, a terra, tra il pubblico già numeroso. Violenti e diretti interagiscono con i presenti senza graziarli dalle sfuriate noise di basso e batteria. Il concerto dura circa tre quarti d'ora, con momenti in cui Alessandra o Carlo parlano con il pubblico, si scambiano con molta lentezza il basso (con i relativi fischi di feedback) o non succede praticamente nulla.
Nascono nel 2005 a Roma, pubblicano nel 2008 il loro primo album – Canzoni di tattica e disciplina – e tre anni dopo Io non ci credo. In questo frangente il trio è formato da Alessandra Perna (voce e basso), Carlo Martinelli (voce e chitarra) e Alessandro Commisso (batteria). Ma il successo di pubblico e critica arriverà nel 2013 con Amatoriale Italia e con il riconoscimento di "miglior gruppo" dal Meeting delle Etichette Indipendenti. La formazione cambia con Alessandra e Carlo che si alternano alla voce o al basso, rinunciando alla chitarra.

[MORE]
Invece a Milano, nel 2007, viene dato vita un interessante progetto strumentale tra funk, jazz, rock e figlio delle musiche dei poliziotteschi italiani degli anni settanta: i Calibro 35Enrico Gabrielli (tastiere e fiati), Massimo Martellotta (chitarre), Luca Cavina (basso), Fabio Rondanini (batteria) e Tommaso Colliva (produttore). Debuttano l'anno successivo con l'album omonimo ricevendo subito apprezzamenti ed attenzioni. Il 2010 ed il 2011 segnano l'uscita di Ritornano quelli di... Calibro 35 e Ogni riferimento a persone esistenti o a fatti realmente accaduti è puramente casuale con il quale si affermano anche oltralpe e in ambito televisivo e cinematografico. Ispirandosi all'omonimo romanzo di Scerbanenco compongono Traditori di tutti, che verrà pubblicato nell'ottobre del 2013 in tutta Europa.


Salgono sul palco con tanto di passamontagna, ormai calati nel ruolo, dando inizio all'atteso concerto attraversando quasi integralmente Traditori di tutti ma anche i vecchi album. La professionalità e la tecnica espressa li conferma tra i principali protagonisti del panorama musicale italiano, per quasi due ore e senza prendere fiato offrono al pubblico uno spettacolo, nel suo piccolo, memorabile. Il sound dei Calibro 35 dal vivo è piacevolmente più aggressivo: un tentacolare Enrico si destreggia con naturalezza tra tre tastiere, sax, flauto traverso, tamburello, coretti e sigarette mentre Massimo fa la spola tra chitarra e organo e Fabio insieme a Luca li accompagnano con una precisa e possente sessione ritmica. Con una scaletta di 27 pezzi, l'unica pausa che si concedono è l'uscita di scena prima di rientrare per il bis con un ospite speciale: Francesco Forni che presterà la sua voce per Don Vito per poi lasciare di nuovo tutta la scena al quartetto. Si così conclude un gran bel concerto in un'interessante location da non sottovalutare.

 

 

 

A seguire la fotogallery!

 

Laratta Federico

 

Puoi trovare Infooggi GrooveOn anche su Facebook e su Twitter!