Euro 2016, torna in campo l'Italia. La squadra di Conte sfida la Svezia di Ibrahimovic

45
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
TOLOSA - Ad aprire il programma di venerdì 17 giugno sarà l’Italia, che a T...

TOLOSA - Ad aprire il programma di venerdì 17 giugno sarà l’Italia, che a Tolosa sfida la Svezia di Ibrahimovic dopo la grande vittoria con il Belgio. In caso di vittoria gli azzurri avrebbero il primo posto nel Girone E in tasca ma potrebbero anche accontentarsi di un pareggio. Conte non vuole fare calcoli anche se probabilmente il secondo posto garantirebbe un tabellone più semplice dagli ottavi di finale in poi. "Una singola partita non può cambiare l'atteggiamento dei ragazzi che alleno", ha spiegato l’ex allenatore della Juventus. "Non abbiamo ancora fatto niente, stiamo coi piedi per terra. Dobbiamo essere equilibrati, preparati, concentrarci su di noi e raggiungere gli ottavi, ovvero il nostro primo obiettivo". Capitolo formazione. Potrebbero essere riconfermati gli undici che hanno battuto il Belgio all’esordio con il solo Florenzi che insidia Darmian, apparso sottotono. 

La squadra di Hamren è costretta a far punti per non essere costretta a salutare l’Europeo con novanta minuti di anticipo. Il ct svedese avverte i suoi sulla gara che li aspetta domani: "Dobbiamo stare attenti agli inserimenti, abbiamo visto come è nato il primo gol dell'Italia col Belgio - analizza Hamren -. Noi giochiamo diversamente, ma servirà equilibrio, soprattutto in mezzo al campo, dove rischiamo di trovarci in inferiorità numerica, se non ci muoviamo come una squadra".

Probabili Formazioni: 

Italia (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Candreva, Parolo, De Rossi, Giaccherini, Florenzi; Eder, Pellè. All. Conte.

Svezia (4-4-2): Isaksson; Lustig, Granqvist, Lindelof, Olsson; Larsson, Kallstrom, Ekdal, Forsberg; Guidetti, Ibrahimovic. All. Hamren.

Alle 18 scendono in campo Repubblica Ceca e Croazia. La nazionale di Čačić vincendo si porterebbe a sei punti in classifica, con vista sul primo posto da giocarsi con la Spagna nel prossimo turno. I cechi non hanno mai battuto la Croazia nei due precedenti e rischiano di essere eliminati già dopo la seconda partita. La squadra di Vrba vuole rifarsi dopo la sconfitta rimediata all’esordio con le Furie Rosse per giocarsi il passaggio agli ottavi nell’ultimo match con la Turchia.

Probabili Formazioni:

Repubblica Ceca (4-2-3-1): Cech; Limbersky, Hubník, Sivok, Kaderábek; Plasil, Darida; Gebre Selassie, Rosicky, Krejcí; Necid; All. Vrba

Croazia (4-2-3-1): Subasic; Srna, Corluka, Vida, Strinic; Modric, Badelj; Brozovic, Rakitic, Perisic; Mandžukic; All. Čačić

Alle 21 chiude il programma di giornata la Spagna, che attende una Turchia reduce dalla sconfitta con la Croazia. Del Bosque potrebbe cambiare qualcosa dopo un esordio poco convincente. Aduriz sembra in vantaggio su Morata mentre Pedro insidia Nolito. Dall’altra parte Terim carica i suoi e chiede una prova d’orgoglio per dimenticare in fretta la brutta prestazione all’esordio e arrivare all’ultima partita con la Repubblica Ceca con qualche speranza di superare la fase a gironi. I precedenti però non sorridono alla Turchia visto che l’unica vittoria risale al 1954. Da allora quattro pareggi e cinque vittorie della Spagna.

Probabili Formazioni:

Spagna (4-3-3): De Gea, Juanfran, Piquè, Ramos, Alba; Fabregas, Busquets, Iniesta; D.Silva, Aduriz, Pedro; All. Del Bosque

Turchia (4-2-3-1): Babacan, Gonul, Topal, Balta, Erkin; Tufan, Inan; Calhanoglu, Ozyakup, Turan; Yilmaz; All. Terim
 

  

Giuseppe Sanzi

InfoOggi.it Il diritto di sapere