Fotografia dell'Italia negli ultimi dodici mesi attraverso le parole più cliccate su Google

26
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
ROMA, 16 DICEMBRE 2011 – È un Italia spaventata, scossa da disastri ambientali e l...

ROMA, 16 DICEMBRE 2011 – È un Italia spaventata, scossa da disastri ambientali e lutti ma che guarda al futuro fiduciosa quella che emerge dallo “Zeitgeist 2011”, l’annuale classifica delle parole più cliccate su Google negli ultimi dodici mesi.

Il video associato offre una carrellata di eventi che spaziano dai principali fatti di cronaca che hanno segnato il 2011: lo tsunami in Giappone, le manifestazioni della “primavera araba”, l’indipendenza in Sud Sudan, la morte di Bin Laden sino alla morte di Steve Jobs. Indiscusso personaggio dell’anno è Marco Simoncelli, il pilota morto lo scorso 23 ottobre durante l’incidente di Sepang. E se nel mondo è stato il disastro di Fukushima, immediatamente seguito dal lancio del iPhone 5, a catalizzare l’attenzione e la curiosità degli utenti online, in Italia il caso più seguito è stato quello di Melania Rea, subito dopo il ricovero di Lamberto Sposini per emorragia cerebrale, (entrati persino nella lista mondiale delle parole più cliccate), e ancora la tragica morte di Yara Gambirasio, sino al certo meno impegnato Grande Fratello.

In campo musicale è Laura Pausini con il suo "Benvenuto" ad occupare il primo posto in classifica, ma certo non è una novità per lei, seguono Emma e i Modà, Don Omar con il tormentone Danza Kuduro, Tranne te di Fabri Fibra e Vasco in sesta posizione. Ma Google scava a fondo e arriva a stilare anche una classifica dei sogni più ricorrenti degli italiani; e se a popolare più frequentemente le nostre notti sono le donne incinte, protagoniste delle maggior parte dei sogni degli italiani, i principali incubi riguardano la paura di perdersi, di essere assaliti da scarafaggi e gli incidenti stradali. Nella classifica “Che cosa significa?”, il podio è occupato dai termini "tamarro" e "nemesi", e se non compare la parola spread, il termine default occupa invece il quinto posto.

A confermare quanto le nostre abitudini cambino ci pensa la lista delle ricette più cercate. La maggior parte dei posti sono occupati da pietanze certo non Made in italy, al primo posto troviamo il Cheesecake, a seguire pasta di zucchero, risotto con asparagi, i macarons, cupcakes. E non stupirà nessuno che nella categoria “Come fare...”, la parola più cliccata dagli italiani sia “soldi”.
 

Sara Marci

InfoOggi.it Il diritto di sapere