Indonesia: il bilancio provvisorio è di 281 morti e 843 feriti per lo tsunami

1800
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
GIACARTA, 23 DICEMBRE - E' di almeno 168 morti, 745 feriti e una trentina di dispersi il bilancio ag...

GIACARTA, 23 DICEMBRE - E' di almeno 168 morti, 745 feriti e una trentina di dispersi il bilancio aggiornato dello tsunami che ha colpito la costa attorno allo stretto della Sonda, tra le isole indonesiane di Giava e Sumatra. A riferirlo e' il portavoce dell'Agenzia indonesiana per la gestione dei disastri, Sutopo Purwo Nugroho. Le onde anomale, che hanno raggiunto i 20 metri di altezza, potrebbero essere state causate da frane sottomarine seguite a un'eruzione di Anak Krakatau, un'isola vulcanica formatasi dal vulcano Krakatoa. Lo tsunami ha danneggiato centinaia di costruzioni e anche molti alberghi lungo le coste.  
Fonte immagine (The Indian Express)

Aggiornamento 
Almeno di 222 i morti nello tsunami, 843 i feriti 
 E' di almeno 222 morti, 843 feriti e 28 dispersi il bilancio aggiornato dello tsunami che ha colpito la costa attorno allo stretto della Sonda, tra le isole indonesiane di Giava e Sumatra. A riferirlo e' l'Agenzia indonesiana per la gestione dei disastri. "Il bilancio e' destinato ad aggravarsi perche' non tutte le vittime sono state ancora raggiunte e non tutte le strutture sanitarie e le localita' coinvolte hanno fornito i dati", ha spiegato il portavoce Sutopo Purwo Nugroho.

Aggiornamento 
Si aggrava bilancio vittime tsunami, 281 i morti 
I soccorritori indonesiani sono al lavoro alla ricerca di sopravvissuti allo tsunami di sabato notte mentre si contano per ora almeno 281 morti. Oltre mille i feriti e il portavoce dell'agenzia per i disastri, Sutopo Purwo Nugroho, ha avvertito che il bilancio "continuera' a salire". "L'esercito e la polizia stanno ispezionando le macerie per vedere se possiamo trovare ulteriori vittime", ha fatto sapere un altro rappresentante dell'agenzia, Dody Ruswandi, precisando che le ricerche probabilmente dureranno una settimana.

InfoOggi.it Il diritto di sapere