La prima App per ascoltare il battito fetale è nata ed è tutta siciliana

Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
PALERMO, 26 SETTEMBRE 2013 - Nasce in Sicilia, dalla palermitana OBScience Srl, la prima a...

PALERMO, 26 SETTEMBRE 2013 - Nasce in Sicilia, dalla palermitana OBScience Srl, la prima applicazione per iPhone che consentirebbe l'ascolto del battito fetale. Si chiama "Baby voice" e permetterebbe alle future mamme di ascoltare il battito cardiaco del bambino in grembo tramite il microfono dell'iPhone o dell'iPad. Per sentire nitidamente il battito è meglio aspettare la 30esima settimana di gravidanza, ma, in alcuni casi, si può avere fortuna già dalla 20-25esima settimana.

L'applicazione è scaricabile gratuitamente su Apple Store, grazie alla collaborazione con Sorgente, società che opera nella conservazione delle cellule staminali del cordone ombelicale. "Baby voice", una volta individuato il battito, consentirebbe non solo di ascoltarlo, ma anche di registrarlo e condividerlo tramite mail, così come riferisce una nota. Grafica minimalista in modalità a "tutto schermo" ed alta qualità sonora priva d'interferenze audio, queste le caratteristice dell'app.

La nota precisa anche che, ovviamente, l'applicazione non è uno strumento medico ma garantisce massima sicurezza e non ha alcun effetto sulla produzione di onde elettromagnetiche, purchè si imposti il telefono in modalità aereo prima dell'uso di Baby Voice. 

(Fonti: Ansa e Adnkronos - Foto dal sito bebeblog.it)

Katia Portovenero 

InfoOggi.it Il diritto di sapere