Le autorità indiane bloccano il servizio FreeBasics offerto da Zuckerberg

Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
08 FEBBRAIO 2016 – Il fondatore di Facebook ha recentemente ideato un servizio di accesso grat...

08 FEBBRAIO 2016 – Il fondatore di Facebook ha recentemente ideato un servizio di accesso gratuito alla rete con lo scopo di offrire a tutti e ovunque una linea internet libera e gratuita.


L’idea è stata però bocciata dal Trai, l’autorità per le telecomunicazioni indiania, perché viola la “net neutrality”.
Il servizio di accesso a internet offerto da Zuckerberg permette, infatti, di accedere gratuitamente soltanto ad alcuni siti o social, tra cui ovviamente Facebook, ma vieta la navigazione nel resto del web.

Secondo il governo indiano “nessun fornitore di servizi deve offrire o far pagare tariffe discriminatorie peri servizi dati in base al contenuto”.Negli ultimi giorni del 2015 il governo aveva già sospeso il servizio di uno dei maggiori operatori telefonici indiani, Reliance Communications che aveva sostenuto il progetto di Zuckerberg.

La compagnia aveva risposto alla sospensione dei servizi lanciando una campagna su Facebook chiamata “Save Free Basics in India” e mandando una mail di protesta alla Trai. La Trai, però, non attacca direttamente il servizio FreeBasics ma ogni servizio che violi la neutralità della rete.


Non tutta la popolazione, però, è d’accordo su questa decisione. La maggior parte della popolazione indiana non può ancora permettersi una connessione a Interne. Gli utenti senza rete in India arrivano a 1,1 miliardi.

(fonte immagine:theviewspaper.net)

Jale Farrokhnia

InfoOggi.it Il diritto di sapere