Mario Sei e il teatro 6

Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
Catanzaro, 4 aprile Mario Sei e la sua divertentissima commedia "tutta curp@ dò progressu" ...

Catanzaro, 4 aprile Mario Sei e la sua divertentissima commedia "tutta curp@ dò progressu"

Di fronte ad una platea gremita, nel bel teatro Hercules di Piero Procopio (noto commediografo catanzarese, della seconda Repubblica, come ha definito simpaticamente lo stesso), è andata ieri pomeriggio in scena la divertentissima e frizzante commedia di Mario Sei, dal titolo “Tutta curp@ dò progressu”, preparata lo scorso dicembre con i ragazzi del "Laboratorio Giovani Artisti" ed alcuni ragazzi di Antelios, associazione culturale nata lo scorso anno a S.EliaIl Teatro Hercules - divenuto nel corso di questi anni un di riferimento preciso per il teatro dialettale in Calabria -, ha ospitato il Laboratorio Teatrale – sezione di Teatro 6 -,  voluto da Mario Sei e che sta formando tanti ragazzi ed anche tantissimi ragazzini, particolarmente bravi.

Gratuitamente vengono preparati i ragazzi in modo tale da apprendere le tecniche teatrali ed una serie di esercizi propedeutici alla esibizione e rappresentazione in pubblico di lavori teatrali. La commedia di ieri, è un testo ben scritto e la rappresentazione ben interpretata da parte dei giovani ragazzi. La nostra redazione - presente con alcuni giornalisti e con l’editore (Antonio Doria) -, si congratula con tutti i ragazzi per la maestria con cui hanno saputo interpretare i ruoli. Tutto il folto pubblico presente ha apprezzato decisamente questo penultimo lavoro teatrale del bravo autore e regista calabrese Mario Sei. Per i temi trattati ed anche per la capacità che la commedia ha di trascinare il pubblico in una dimensione reale, una dimensione che cattura e che porta in un’atmosfera fresca, giovane, moderna.

Questa commedia consente sia ai giovani che alle persone adulte di ritrovarsi in quella dimensione realistica del mondo contemporaneo, direttamente in quanto giovani, indirettamente in quanto genitori o nonni dei ragazzi di oggi. I tantissimi spettatori presenti (il Teatro era al completo) non hanno risparmiato applausi e risate. La presentazione di Piero Procopio ha elogiato l'impegno e la serietà di Mario Sei, a favore del teatro dialettale. Piero Procopio ha esordito, infatti,  dicendo che questo autore è stato tra quelli che ha contribuito a divulgare il teatro dialettale a Catanzaro, tra i pionieri. Infatti Mario Sei è presente sulla scena dal 1988, era tra i giovani attori, che sotto la guida del compianto Ciccio Viapiana, ha portato in scena lavori belli, intensi ed emozionanti. Oltre a recitare al fianco di Ciccio Viapiana, ha anche esordito come auotre di commedie interessantissime. I suoi  lavori teatrali sono sempre molto attuali, pongono particolare attenzione ad un filone educativo, che resta un elemento caratterizzante in tutte le sue rappresentazioni. In tutta curp@ dò progressu rievoca tradizioni orma andate perse, flebili nostalgie del passato ed esaspera l’imperversare dell’uso smodato della tecnologia.

Questa è vita vera, vissuta ogni giorno, i nostri giovani, sempre più presi da questa corsa alla globalizzazione ed al progresso a tutti i costi, rischiano di restarne eccessivamente travolti, trascurando gli anziani, sempre più soli ed emarginati. La storia, ci ha confidato l’autore è reale. Prima, infatti, che nascesse l’Associazione Antelios, i ragazzi spesso si confrontavano sul fatto che non si socializzasse, che non si organizzasse qualcosa per i ragazzi, per gli anziani, che l’uso eccessivo dei social network rischiava di isolare, di allontanarsi dalla logica dello stare insieme. Da qui l’idea dell’autore di mettere in scena la realtà e le motivazioni che stanno alla base della nascita di Antelios, questa bella realtà che i ragazzi hanno costituito. Tutto il loro vissuto è stato portato in scena, per convincerli con forza che è questo ciò che aiuta i ragazzi a confrontarsi. Tutto ciò ha convinto prima loro e poi il pubblico, un pubblico che immediatamente comprende che tutta curp@ dò progressu è tangibile, è storia vissuta. Noi non possiamo che complimentarci con Mario Sei e con tutti i bravissimi attori (Ivan Valle, Giuseppe De Santis, Manuela Pugliese, Marco Scozzafava, Emanuele Canino, Emilia Ranieri, Maria Claudia Mussari, Francesco Mazza e Alessio De Santis)  e sperare che i messaggi inviati possano contribuire alla riscoperta di un mondo, seppure meno globale, aperto comunque alla socializzazione ed al confronto.

La produzione è stata affidata proprio ai giovani, oltre agli attori, hanno dato il loro aiuto Vanessa Mazza (direttrice di scena) Alessandra Crtielli (costumi e trucco), l'aiuto regia affidata al bravo Nicola Scozzafava, che sarà, insieme a Mario Sei, coprotagonista della nuova commedia, in programmazione al Teatro Hercules in prima assoluta giorno 8 maggio prossimo alle ore 18,00. Questo autore di commedie in dialetto calabrese, porta in scena spaccati importanti di vita quotidiana, nel prossimo lavoro (ci ha confidato l'autore) porterà in scena una commedia divertente, una sorta di commedia nella commedia. In anteprima narriamo di cosa tratterà: Una regista italo-argentina, torna in Italia, con il padre anziano, per preparare una commedia calabrese, in cui viene rappresentata la grande emigrazione degli anni '40. La preparazione delle scenografie viene a affidata a due operai sui generis. Mario Sei, ci confida, che Facimu sta prova (questo è il titolo di questa commedia), è una formula nuova, divertente, ma anche tesa a far comprendere i disagi, le difficoltà, le nostalgie dei nostri connazionali che nel primo quarantennio del '900 partivano per cercare fortuna in Argentina. Oggi il fenomeno è inverso, ma le difficoltà e i problemi dei poveri immigrati è lo stesso, un copione, purtroppo nella vita e non sulla scena, già visto.

Continua quindi la stagione teatrale al Teatro Hercules, ancora tanti appuntamenti interessanti vedranno questo teatro, nel centro di Catanzaro, un riferimento importante per compagnie non solo calabresi ma anche interregionali. Tra i tanti appuntamenti da non perdere, ci sarà quindi anche   “Facimu sta prova” e noi saremo lì, sicuri che quest'ultimo lavoro di Mario Sei sarà un successo...  meritato, come tutti i lavori che in tutti questi anni sono stati rappresentati in centinaia di piazze di tutta la Regione.

http://teatro6.jimdo.com

 

InfoOggi.it Il diritto di sapere