• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Meteo: da domani,tracollo termico. Ecco cosa accadere. Previsioni su nord, centro, sud e isole

Friuli Venezia Giulia > Trieste

Dopo un weekend dai sapori prettamente estivi, il quadro meteorologico generale dei prossimi giorni sembra destinato a subire una vera e propria metamorfosi. Ci attende dunque una SETTIMANA per certi versi INCREDIBILE, in quanto caratterizzata da un ribaltone freddo e dal rischio di forti temporali e grandine. In buona sostanza, sembrerà di passare repentinamente dall'estate all'autunno.
Vediamo insieme i dettagli di questa sorta di trasformazione del quadro meteo climatico sull'Italia.

Tra martedì sera/notte e mercoledì 18, a causa di un movimento verso l'europa settentrionale dell'anticiclone, cominceranno ad affluire correnti di Bora sul nostro Paese. L'aria fredda contrasterà con quella più calda preesistente, dando origine ad una prima fase temporalesca. Già martedì sera, infatti, si avranno i primi temporali, ad iniziare dal Friuli Venezia Giulia. Nel corso della notte successiva, ma soprattutto nel corso della mattinata di mercoledì, il peggioramento colpirà ulteriormente alcuni settori del Nordest specie il basso Veneto e le aree nord-orientali dell'Emilia. Col passare delle ore il quadro meteorologico è comunque destinato a subire un ulteriore peggioramento, con l'arrivo di altri rovesci temporaleschi a macchia di leopardo, possibili in particolare sul Trentino, sulla Lombardia, sul Piemonte e su gran parte dell'Emilia Romagna, ma in rapido movimento tra la serata e la notte successiva verso i settori centrali adriatici.

Giovedì 19, rovesci, temporali e locali grandinate proseguiranno il loro viaggio dirigendosi principalmente verso le Marche, le coste abruzzesi e fino a quelle del Molise, della Puglia settentrionale, ma anche su alcuni tratti tirrenici come nel Lazio con rischio di forti temporali anche a Roma. Nel contempo la situazione meteorologica comincerà a dare segnali di miglioramento sulle regioni settentrionali.
Nella seconda parte della giornata giovedì, saranno le regioni del Centro e buona parte di quelle meridionali ad essere colpite da intensi fenomeni temporaleschi, i quali risulteranno sempre più attivi e maggiormente diffusi sul versante adriatico. Tempo più tranquillo invece sulle due Isole maggiori e sulla Calabria.
Atteso un crollo delle temperature al Centro-Nord, ma si perderà qualche grado anche al Sud.

Venerdì 20 sarà invece una giornata all'insegna di un graduale miglioramento anche per le regioni centro-meridionali, tuttavia in un contesto decisamente più fresco per tutto il nostro Paese.
Una residua instabilità insisterà nella prima parte del giorno sulla Puglia e sulla Basilicata, con qualche rovescio sparso che sarà inoltre possibile sulla Calabria, fino ai settori settentrionali della Sicilia. Tuttavia, tra il pomeriggio e la serata anche su questi settori la situazione tornerà decisamente tranquilla, preludio ad un successivo fine settimana con il probabile ritorno dell'alta pressione.
Su questo aspetto, ovviamente, dovremo attendere ulteriori conferme.
Notizia segnalata da (iLMeteo)