Microsoft cambia: annunciato il taglio di diciottomila posti di lavoro

Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
NEW YORK (USA), 18 LUGLIO 2014 – È arrivata alle 5 del mattino, la mail della CEO Satya...

NEW YORK (USA), 18 LUGLIO 2014 – È arrivata alle 5 del mattino, la mail della CEO Satya Nadella che ha comunicato ai dipendenti il grande cambiamento Microsoft: entro il 30 giugno 2015 diciottomila posti di lavoro verranno eliminati. La notizia shock del colosso tecnologico viene spiegata nel comunicato come ‹‹passi per semplificare l’organizzazione ed allineare la strategia collegata ai diversi device››.

Il motivo che porta la Microsoft ad effettuare questi tagli di personale è legato all’acquisto recente del Nokia Devices and Service, ovvero della produzione di cellulari e, pertanto, circa 12.500 dipendenti andranno a casa, di cui, la maggior parte, è professionista o operatore all’interno del gruppo finlandese. I primi tagli – 13mila dipendenti – saranno effettuati entro dicembre e gli altri a venire fino a giugno. Il costo stimato riguarda il 14% della forza lavoro e dovrebbe produrre un onere lordo, per l’azienda, che va dagli 1,1 al 1,6 miliardi di dollari, inclusi benefit e indennità di buona uscita.

‹‹Semplificare il modo in cui lavoriamo, per diventare più agili e veloci, e integrare i prodotti e i servizi Nokia››, questi sono gli obiettivi della CEO Nadella che propone due mutamenti: uno culturale per cercare di modificare e di migliorare l’intera macchina e uno tecnologico per integrare la compagnia finlandese. Gli obiettivi ad ampio spettro prevedono la creazione di gadget mobili in grado di competere con gli altri due colossi sul mercato, Apple e Samsung, e che abbiano la capacità di essere “dual use”, cioè di integrare al loro interno sia le attività informatiche d’ufficio così come quelle da casa.

Erica Benedettelli

[immagine da ilgiornale.it]

InfoOggi.it Il diritto di sapere