• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Piazza Affari, Resoconto della giornata (10/12/13). I dati Istat limano le perdite del Ftse Mib

Lombardia

MILANO, 10 DICEMBRE 2013 – Segno rosso per i principali listini del Vecchio Continente. A Milano, Piazza Affari ha terminato le contrattazioni con il Ftse Mib a -0,27% a quota 18.236 punti. In Europa, più marcati i cali: il Cac 40 a -1,04%, il Dax 30 -0,88%, il Ftse 100 -0,55% e l'Ibex 35 -0,52%. Continua a scendere lo spread tra Btp/Bund tedesco, che ha chiuso la seduta in flessione a 222 punti base, con il tasso al 4,05%.

SGUARDO MACROECONOMICO – A limare le perdite del listino italiano, sono stati i dati macroeconomici diffusi in giornata. Infatti, la produzione industriale italiana a ottobre è aumentato dello 0,5% rispetto a settembre. Inoltre, secondo l’Istat, il Pil del terzo trimestre ha evidenziato una crescita nulla, rispetto al -0,1% delle previsioni effettuate dagl’esperti. [MORE]

«Ci stiamo avviando verso la fine della recessione, ma è ingiusto sperare che ci saranno riflessi immediati sull'occupazione perché la situazione è molto grave». In questo modo, il ministro Fabrizio Saccomanni ha commentando i dati Istat. Il ministro, allo stesso tempo, ha puntualizzato: «È importante che la ripresa si consolidi e se l'anno prossimo, oltre a questo quarto trimestre, saranno tutti di crescita positiva, l'impatto sull'occupazione si comincerà a vedere, ma non succederà subito perché la situazione è molto grave».

PIAZZA AFFARI – Sul Ftse mib, in luce, Stm (+3,66% a 5,665 euro) e Buzzi Unicem (+3,17% a 12,38 euro). Bene anche Enel Green Power (+2,98% a 1,76 euro), Telecom Italia (+2,74% a 0,6925) euro. Per quanto riguarda i titoli del comparto bancario: Mps (+0,94% a 0,1726 euro), Bper (+1,11%), Bpm (+1,34%), Ubi Banca (+0,62%), Banco Popolare (+0,22%) e Mediobanca (+0,08%). Sotto la parità Unicredit (-0,48%). Chiudono in positivo anche Finmeccanica (+0,48% a 5,18 euro), Ansaldo Sts (+0,51% a 7,88 euro). Tra i titoli di lusso: Tod'S (+0,89% a 122,1 euro), Luxottica (-1,25%) e Salvatore Ferragamo (-1,09%).

Rosy Merola