Renzi a l'Havana: "l'Italia crede nella ripresa. Rivolgo forte invito a investire a Cuba"

23
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
L'HAVANA, 28 OTTOBRE 2015 - Il premier Matteo Renzi, dopo il viaggio in Cile, è atterrat...

L'HAVANA, 28 OTTOBRE 2015 - Il premier Matteo Renzi, dopo il viaggio in Cile, è atterrato a L'Havana, dove ha partecipato al Business Forum evidenziando un incremento della fiducia, italiana, nella ripresa, e rivolgendo parole di invito, verso gli imprenditori italiani, a investire nell'isola.

INVESTIRE NELLA ESTRELLA VIEJA

Giunto a Cuba dopo la visita cilena, il presidente Renzi, primo premier italiano a toccare il suolo della storica rebeldia, si è unito agli imprenditori, cubani e italiani, presenti al Business Forum della capitale e ha sfoggiato ottimistici discorsi, in merito alla crescita italica, per poi invitare l'impresa tricolore ad investire nella realtà economica della Cuba di Raul Castro. Una "nuova" Cuba, aperta al dialogo con l'Occidente. "Il governo di Castro - ha detto Renzi - si è dato obiettivi storici e il governo italiano sostiene e sosterrà il vostro impegno". Molte, secondo quanto ha dichiarato il premier, le "grandi occasioni" che l'imprenditoria italiana potrebbe abbracciare sull'isola e svariati i campi "dal turismo all'immobiliare, all'agroindustria, fino a un'operazione sulle energie rinnovabili". Renzi ha, inoltre, evidenziato quanta "attenzione" il nostro Paese abbia per Cuba, che sta vivendo "un momento di cambiamenti rilevanti. Ci sono momenti in cui la storia fa gli straordinari e questo vale adesso per Cuba".

"ITALIA A LIVELLI PRECRISI"

Il nazional Matteo ha, dunque, fatto riferimento ai recenti dati Istat sostenendo la presenza, in Italia, di un profondo cambiamento di "clima", che attesterebbe una maggiore "fiducia dei consumatori e delle imprese" fiducia che sarebbe "tornata a livelli pre-crisi." "L'Italia ci crede, noi ci siamo", assicura Renzi, ribadendo è "solo l'antipasto di quello che può arrivare nei prossimi mesi".

Fonte foto: askanews.it

Ilary Tiralongo

 

InfoOggi.it Il diritto di sapere