• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Genova, abusi sessuali su minore: arrestati patrigno, madre e padre naturale

Liguria > Genova

GENOVA, 21 GIUGNO – È stata violenta dal patrigno da quando aveva 11 anni e, una volta maggiorenne, anche il padre naturale ha abusato di lei. È la drammatica storia che arriva dalla provincia di Genova e ha per protagonista una giovane, ora ventenne, che per molti anni ha subito l’orrore di reiterate violenze sessuali da parte del patrigno. La madre era a conoscenza degli abusi che avvenivano tra le mura domestiche e avrebbe assistito ai rapporti sessuali tra il suo compagno e sua figlia, all’epoca dei fatti minorenne. Raggiunta la maggiore età la ragazza ha deciso di andare a vivere con il padre naturale, ma dopo un po’ l’uomo ha iniziato dapprima ad avere attenzioni particolari nei suoi confronti e poi l’ha stuprata. 

Da un incubo all’altro. L’ultima volta che aveva visto suo padre, la giovane aveva da poco compiuto quattro anni. Un genitore che non frequentava e che non l’aveva vista crescere, ma mai avrebbe potuto immaginare l’uomo come un altro carnefice. Una convivenza iniziata in modo sereno, anche con la compagna del padre naturale, trasformata nel giro di un anno in una situazione drammatica sotto diversi punti di vista. Il padre inizia a molestarla, la compagna dell’uomo invece la  costringe a svolgere le pulizie domestiche e in qualche occasione l’avrebbe anche picchiata. L’apice della sofferenza e delle sevizie verrà raggiunto ad aprile, quando il padre naturale violenta la figlia. 

A far scattare le indagini, una professoressa alla quale la giovane racconta l’inferno nel quale era cresciuta, tra gli abusi perpetrati dal patrigno – complice la madre – e la violenza subita dall’uomo che le aveva dato la vita e che l’aveva accolta nella sua nuova famiglia. La ragazza confida lo stupro alla sua insegnante e la donna l’accompagna immediatamente in ospedale, a Lavagna, dove i medici confermano gli abusi. Il passo successivo sarà recarsi dai Carabinieri e formalizzare la denuncia nei confronti del padre naturale, del patrigno e della madre. 

Ieri mattina, a conclusione delle indagini preliminari, il Gip del Tribunale di Genova ha disposto la misura cautelare in carcere nei confronti dei tre indagati. In manette il patrigno e la madre della giovane, accusati di violenza sessuale su minore, mentre il padre è finito dietro le sbarre con l’accusa di violenza sessuale. 

Luigi Cacciatori