Tibetana si dà fuoco per protestare contro la repressione cinese del Tibet. Il Video

133
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
PECHINO, 22 NOVEMBRE 2011 - Un video schock, girato clandestinamente e messo in rete ieri da Free Ti...

PECHINO, 22 NOVEMBRE 2011 - Un video schock, girato clandestinamente e messo in rete ieri da Free Tibet, pone l’attenzione sul fenomeno delle autoimmolazioni con il fuoco di monaci e monache buddisti tibetani che protestano contro la repressione religiosa e l'occupazione cinese del Tibet. “Nel video si vede non solo la disperazione, ma anche la determinazione dei tibetani pronti a lottare per la loro libertà, a qualsiasi costo”, ha riferito in un comunicato l'associazione che lotta per la causa tibetana.

Le immagini mostrano la religiosa Palden Choesto, 35 anni, che si dà fuoco in mezzo alla strada, in un’area della città di Kardze, nel sud ovest della Cina, area che nel 2008 è stata scenario della rivolta anticinese e che da allora è sottoposta a uno stretto controllo da parte delle forze di sicurezza cinesi. In sottofondo le urla di orrore dei passanti e le voci di monaci che recitano mantra mentre una donna in abiti tradizionali si avvicina al rogo e lancia una sciarpa bianca rituale tibetana. A dare inizio a questa forma di protesta estrema nel marzo scorso è stato un giovane bonzo, da allora sono ben undici le persone che lo hanno imitato suicidandosi col fuoco per la causa tibetana.

La condanna di Pechino è netta, per Hong Lei, portavoce del ministero degli Esteri cinese, sono da stigmatizzare senza alcuna esitazione. L'agenzia di stampa ufficiale Xinhua, ha reso noto che da un'indagine preliminare avviata dalla polizia emergerebbe come il suicidio di Palden Choesto fosse stato “organizzato e istigato dalla cricca del Dalai Lama, che, per motivi secessionistici, avrebbe ordito negli ultimi mesi una catena di auto-immolazioni”. Ma il Dalai Lama, in un'intervista alla Bbc, ha replicato esprimendo dubbi sull'efficacia delle autoimmolazioni per protesta. Contrariamente all'accusa lanciatigli da Pechino, ha dichiarato di non incoraggiare affatto la pratica della autoimmolazioni con il fuoco “C'è del coraggio, un coraggio molto forte - ha detto a proposito del sacrificio - Ma quanta efficacia? Il coraggio da solo non sostituisce la saggezza. Bisogna utilizzare la saggezza”.
 

Sara Marci

InfoOggi.it Il diritto di sapere