Euro 2016, Italia - Spagna: in gioco i quarti di finale. Conte: "Non siamo qui per fare le comparse"

Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
PARIGI - Si chiude il programma degli ottavi di finale. In campo Italia - Spagna e Inghilterra ...

PARIGI - Si chiude il programma degli ottavi di finale. In campo Italia - Spagna e Inghilterra - Islanda. Alle 18, allo Stade de France di Parigi, tocca alla squadra di Antonio Conte sfidare i campioni d’Europa in carica per accedere ai quarti di finale dove troverebbe la Germania. Un ottavo che è anche la rivincita dell’ultima finale. Il 1° luglio 2012, a Kiev, Iniesta e compagni travolsero la squadra di Prandelli per 4-0 e conquistarono il loro secondo titolo consecutivo. 

L'Italia, che ha vinto il suo girone, viene dalla sconfitta con l’Irlanda, mentre la Spagna si è di fatto complicata da sola la strada verso la finale perdendo contro la Croazia. La squadra di Del Bosque parte con i favori del pronostico ma Conte promette battaglia: "Non siamo qui per fare le comparse. Non vogliamo tornare a casa e non siamo la vittima sacrificale della Spagna – afferma il c.t. azzurro -. Dobbiamo andare oltre la ragione, perché domani non basterà fare l’ordinario e sono convinto che possiamo fare qualcosa di straordinario. Se ci limitiamo a quello, se pensiamo, perdiamo."

Capitolo formazione. Conte deve rinunciare a Candreva, infortunato, e dice di non voler fare barricate contro le furie rosse anzi, a chi si concentra solo sulla difesa italiana dice: “Non tenteremo niente di inedito, non è il genere di partite in cui si sperimenta dal nulla. Dobbiamo far male alla Spagna quando abbiamo la palla. Sento sempre parlare di difesa. Attenti a Morata, Nolito, Iniesta… certo, ma anche la Spagna deve stare attenta a noi.

È d’accordo con lui anche il ct spagnolo, Vicente Del Bosque, che non pensa ad una partita facile e chiede attenzione ai suoi: "Non c’è una favorita quando si affrontano due squadre di questo livello. Ricambio il rispetto che ci ha mostrato Conte e mi aspetto un match equilibrato, ben diverso dalla finale dell’Europeo 2012."

Italia (3-5-2): Buffon, Barzagli, Bonucci, Chiellini, Florenzi, Parolo, De Rossi, Giaccherini, De Sciglio, Eder, Pellè. All. Conte

Spagna (4-3-3): De Gea, Juanfran, Piqué, Sergio Ramos, Jordi Alba, Fabregas, Busquets, Iniesta, David Silva, Morata, Nolito. All. Del Bosque

 

Alle 21 scende in campo l’Inghilterra di Roy Hodgson, che affronta una delle sorprese del torneo, l’Islanda. Per la nazionale dei tre leoni in palio c’è un quarto di finale di prestigio contro la Francia. Dopo un girone con luci e ombre, chiuso alle spalle del Galles, per l’Inghilterra la possibilità di tagliare un traguardo importante e giocarsi tutto contro i padroni di casa. Per la squadra del ct Lagerbäck è già un’impresa essere a questo punto e può giocarsi questa partita con la leggerezza di chi non ha nulla da perde.

Inghilterra (4-1-4-1): Hart, Walker, Smalling, Cahill, Rose, Dier, Lallana, Alli, Rooney, Sterling, Kane. All. Hodgson

Islanda (4-4-2): Halldorsson, Saevarsson, R.Sigurdsson, Arnason, Skulason, Gudmundsson, Gunnarson, G.Sigurdsson, B.Bjarnason, Sigthorsson, Finnbogason. All Lagerbäck 

 

Giuseppe Sanzi

InfoOggi.it Il diritto di sapere