Novara, ragazzo sudamericano aggredito con machete e bastone: fermati 3 connazionali

1062
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
TRECATE (NOVARA), 2 SETTEMBRE – Versa in condizioni gravissime il trentaduenne sudamericano aggred...

TRECATE (NOVARA), 2 SETTEMBRE – Versa in condizioni gravissime il trentaduenne sudamericano aggredito da tre connazionali a colpi di machete e bastone nella notte tra domenica e lunedì 2 settembre, a Trecate, in provincia di Novara. La vittima, si apprende da fonti ospedaliere, rischia l’amputazione di un braccio. 

Gli aggressori hanno un’età compresa tra i 20 e i 31 anni. Sono stati arrestati dai Carabinieri e nei loro confronti è stata formulata un’accusa di tentato omicidio. Si cerca di risalire al movente di quella che sembra a tutti gli effetti una vera e propria esecuzione: il ragazzo è stato pugnalato con un machete, preso a bastonate, e poi lasciato agonizzante a terra. I tre autori del gesto subito dopo il fatto sono fuggiti in auto diretti verso Milano, ma gli uomini dell’Arma li hanno individuati e fermati nei pressi di Albairate. 

Soccorso in strada dal 118 e portato in codice rosso presso l’ospedale Maggiore di Novara. Il trentaduenne originario di El Salvador si trova in condizioni critiche, ha subito un delicato intervento chirurgico e al momento si teme che sia necessaria l’amputazione di un braccio. 

Per i membri del branco che ha massacrato il trentaduenne, l’autorità giudiziaria di Pavia ha disposto la misura cautelare in carcere. Gli inquirenti cercano di ricostruire il contesto e le dinamiche nel quale è avvenuto il crimine, nonché gli esecrabili fattori della spietata e barbara aggressione. 

Luigi Cacciatori 

InfoOggi.it Il diritto di sapere